ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09042019-104750


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
OCCHINERI, SARA
URN
etd-09042019-104750
Title
Valutazione dei livelli di Torque Teno Virus (TTV) in pazienti affetti da colite ulcerosa in terapia biologica con anti-TNF
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Supervisors
relatore Prof. de Bortoli, Nicola
Parole chiave
  • Colite Ulcerosa
  • TTV
  • infliximab
  • adalimumab
  • golimumab
Data inizio appello
24/09/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Data di rilascio
24/09/2089
Riassunto analitico
TITOLO della TESI: Valutazione dei livelli di Torque Teno Virus (TTV) in pazienti affetti da Colite Ulcerosa in terapia biologica con anti-TNF.

Candidata: Sara Occhineri Relatore: Nicola de Bortoli

Introduzione: Allo stato attuale non esistono studi che indaghino il titolo di Torque-Teno virus (TTV) nel siero di pazienti affetti da Colite Ulcerosa (UC). TTV è un virus a DNA attualmente non correlato a nessuna patologia, la cui infezione è molto comune nella popolazione arrivando a coinvolgere, in alcune zone, anche più del 90% di adulti sani. Il sistema immunitario (IS) dell’ospite viene continuamente stimolato dalla presenza del virus e viceversa la viremia risente dell’immunosoppressione che si instaura nel paziente in particolari condizioni cliniche.
Il comportamento del virus in soggetti candidati a trapianto d’organo rappresenta uno tra gli elementi che ha suscitato maggiore interesse negli ultimi anni. Quando, infatti, questi iniziano il trattamento immunosoppressivo in preparazione al trapianto, la carica virale aumenta seguendo il progressivo indebolimento del IS. Un utile risvolto nella pratica clinica è proprio la possibilità di impiegare il titolo di TTV come indice del grado di immunosoppressione dei pazienti e del loro rischio di incorrere in infezioni opportunistiche.
Scopo dello studio: Conoscendo quindi questa relazione fra TTV e sistema immunitario, attraverso il nostro studio sperimentale siamo andati a valutare i livelli di carica virale in pazienti affetti da UC prima e dopo infusione di farmaci biologici anti-TNF.
Materiali e metodi: Sono stati arruolati una serie di pazienti affetti da colite ulcerosa (UC) e avviati a trattamento con farmaci anti-TNF. I pazienti analizzati nel nostro lavoro sono stati tutti trattati con farmaci anti-TNF (Infliximab, Adalimumab e Golimumab) che, interagendo con il sistema immunitario, hanno il ruolo di interferire con la cascata citochinica tipica del processo infiammatorio che si instaura in corso di UC. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a colonscopia e a valutazione anamnestica. Tutti i pazienti sono stati valutati con il Mayo Score per stimare la gravità di malattie e definire la risposta al trattamento. I pazienti sono stati sottoposti a due prelievi, uno prima dell’inizio del trattamento con farmaci anti-TNF (T0) e il secondo al termine della fase di induzione della terapia (T1). Tutti i campioni di plasma sono stati adeguatamente trattati per estrazione e valutazione del titolo del TTV (log copie/ml). I pazienti sono strati divisi in Responder (riduzione del Mayo Score di almeno 2 punti) e Non-Responder (mancata riduzione del Mayo Score) al termine dell’induzione.
Risultati: sono stati arruolati 38 pazienti (16 donne e 22 uomini) affetti da UC di età comprese fra i 18 e i 65 anni con età media 41.5±13.6 anni. Circa 24/38 (63.2%) sono risultati responder all’induzione mentre 14/38 (36.8%) sono risultati non responder. Il titolo del TTV era simile in tutti i pazienti fra il primo ed il secondo prelievo (1.3±1.3 copie/ml; p=1.0). Al campionamento basale i livelli di TTV sono risultati nettamente superiori nel gruppo dei non-responder (2.4±0.8 vs 0.6±1.1 copie/ml; p<0.001). Tali valori si sono minimamente modificati nel secondo prelievo (T1) al termine dell’induzione (2.3±0.9 vs 0.7±1.1 copie/ml; p<0.001). Nel gruppo dei responder ben 17/24 (70.8%) non presentavano livelli dosabili di virus su plasma circolante mentre tutti i soggetti del gruppo non responder avevano livelli di virus dosabili (p<0.001). Dati simili sono stati osservati al momento del prelievo fatto al termine dell’induzione: il titolo di TTV era non-dosabile in 16/24 (66.6%) nei responder vs 1/14 (7.1%) nei non-responder (p<0.001).
Conclusioni: i dati raccolti da questo studio preliminare, eseguito su una piccola coorte di soggetti affetti da CU, ci permettono di evidenziare che titoli bassi o non dosabili del TTV potrebbero rappresentare un marker predittivo di risposta alla terapia con farmaci biologici. I dati dovranno essere confermati con una valutazione a lungo termine e correlati con il mantenimento della risposta nel tempo. Inoltre, un’analisi più approfondita su una casistica più ampia potrebbe portare alla luce dati più conclusivi su questa tematica altamente affascinante.

File