ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09032009-183036


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
DI GIAMBATTISTA, ANDREA
URN
etd-09032009-183036
Title
Trapianto di pancreas: valutazione delle complicanze vascolari con TC multidetettore
Struttura
MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Bartolozzi, Carlo
Parole chiave
  • trapianto
  • pancreas
  • tc multidetettore
  • complicanze
Data inizio appello
22/09/2009;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
22/09/2049
Riassunto analitico
Il trapianto di pancreas rappresenta attualmente l’unica opzione terapeutica in grado di ristabilire uno stato euglicemico nei pazienti affetti da diabete mellito tipo I. Tuttavia, nonostante i recenti avanzamenti nella tecnica chirurgica, nella gestione post-operatoria e nella terapia immunosoppressiva, le complicanze restano frequenti. I pazienti sottoposti a trapianto necessitano pertanto di uno stretto follow-up clinico e di imaging per identificare in fase precoce eventuali complicanze trattabili.<br>Lo scopo del lavoro è stato valutare con TC multidetettore pazienti sottoposti a trapianto di pancreas ed in particolare di identificare complicanze vascolari e le eventuali conseguenti alterazioni parenchimali suggestive di alterata vitalità, allo scopo di selezionare i casi passibili di terapie di salvataggio d’organo. <br>Nel periodo Marzo 2004-Agosto 2009 sono stati valutati con TC multidetettore 98 pazienti sottoposti a trapianto di pancreas (48 sottoposti a trapianto isolato e 50 a trapianto combinato rene-pancreas). L’esame è stato effettuato con protocollo di studio angioTC, con scansioni a strato sottile in condizioni basali e dopo somministrazione di mezzo di contrasto iodato (4 ml/sec), in fase arteriosa (30 sec) e venosa (70 sec). In tutti i casi è stata valutata la presenza di eventuali complicanze vascolari sia sulle immagini native che mediante elaborazioni bidimensionali MIP e tridimensionali. Per la valutazione del parenchima è stato misurato il volume dell’organo mediante un software dedicato e l’enhancement nelle diverse fasi post-contrastografiche. <br>In 57/98 pazienti non sono state identificate complicanze vascolari; il volume medio di tali organi è risultato di 57cm3 e le densità medie nella fasi basale, pancreatica e venosa rispettivamente di 44, 121 e 123UH. Complicanze vascolari sono state identificate nei restanti 41 pazienti (42%): trombosi venosa in 11 casi, arteriosa in 9 casi e artero-venosa in 12 casi; stenosi del graft arterioso in 4 casi; ectasia del graft arterioso in 2 casi; fistola artero-venosa mesenterica in 1 caso; flogosi del graft arterioso in 1 caso e pseudoaneurisma del graft arterioso in 1 caso. Non sono state identificate alterazioni nel volume e nell’enhancement parenchimale in 9/41 delle complicanze vascolari. In particolare il parenchima è risultato normale nei casi di fistola artero-venosa e di pseudoaneurisma che sono stati pertanto corretti chirurgicamente con successo. Non hanno richiesto terapia per assenza di alterazioni parenchimali anche: 2 dei 7 casi di trombosi arteriosa cronica, in cui la trombosi riguardava una sola branca del graft e in cui sono stati identificati circoli collaterali; 2 dei 4 casi di stenosi arteriosa cronica; i casi di ectasia e di flogosi del graft arterioso.<br>In 32 casi con complicanze vascolari sono state riscontrate invece anormalità nell’enhancement e nel volume parenchimale. In particolare in tutti i 12 casi di trombosi artero-venosa e i 5 casi di trombosi venosa completa estesa ad entrambe le branche è stato riscontrato un ridotto o assente enhancement in tutte le fasi contrastografiche associato ad un marcato aumento volumetrico della ghiandola. Solo in 3 di tali casi la terapia ha avuto successo, mentre i restanti organi sono stati espiantati. In 5 casi di trombosi arteriosa cronica delle due branche e in 2 casi di stenosi cronica del graft arterioso, l’enhancement è risultato ridotto, con marcata riduzione volumetrica; tutti questi pazienti sono stati in seguito ritrapiantati.<br>Solo modeste alterazioni parenchimali sono state osservate nei due casi di trombosi arteriosa acuta e in tutti gli 6 casi di trombosi venosa parziale: tutti questi casi sono stati trattati con successo rispettivamente con fibrinolisi ed eparina sistemica.<br>In conclusione, la sorveglianza clinica dopo trapianto di pancreas risulta difficoltosa per la mancanza di specificità della sintomatologia e delle alterazioni degli indici di laboratorio. La TC multidetettore, identificando le complicanze vascolari e le eventuali conseguenti alterazioni parenchimali suggestive di alterata vitalità, può essere utile nella pianificazione terapeutica di tali pazienti.<br>
File