logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-09022021-180448


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
MILIANI, VALENTINA
URN
etd-09022021-180448
Thesis title
La giurisdizione disciplinare sui magistrati ordinari: aspetti problematici, possibili interferenze con altre procedure e ipotesi di riforma
Department
GIURISPRUDENZA
Course of study
GIURISPRUDENZA
Supervisors
relatore Prof. Campanelli, Giuseppe
Keywords
  • ordinamento giudiziario
  • responsabilità disciplinare
  • procedimento disciplinare
Graduation session start date
27/09/2021
Availability
Withheld
Release date
27/09/2061
Summary
Il presente lavoro di tesi ha l'obbiettivo di analizzare il procedimento disciplinare dei magistrati ordinari, con particolare attenzione alla fase procedimentale che risulta essere la più problematica. Il primo capitolo tratterà una breve ricostruzione storica dell'istituto, partendo dall'Unità d'Italia fino ad arrivare all'attuale progetto di riforma Bonafede, in seguito modificato dai lavori della Commissione di studio Luciani. Successivamente l'attenzione verrà rivolta alle varie fasi del procedimento disciplinare, che saranno analizzate alla luce della disciplina vigente, ossia il d.lgs. 109/2006. Ci si soffermerà in particolar modo sulle parti critiche del procedimento, arrivando alla constatazione che in molti passaggi del procedimento il magistrato viene messo al margine, viene quindi privato del suo diritto di difesa, ma soprattutto del diritto di contraddittorio. La parte finale del lavoro si occuperà di effettuare un paragone tra il procedimento disciplinare e il procedimento di trasferimento d'ufficio per incompatibilità ambientale e/o funzionale ex art. 2 del r.d.lgs. 511/1946. Si metterà in evidenza come, ad oggi, nonostante le modifiche apportate dal d.lgs. 109/2006, le due procedure presentano molti punti di contatto, con ulteriore pregiudizio alla posizione del magistrato coinvolto nelle stesse, ciò è dovuto anche ad una sovrapposizione soggettiva tra i componenti del CSM e della Sezione disciplinare.
File