ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08312018-163302


Thesis type
Tesi di dottorato di ricerca
Author
PONZONE, VALENTINA
URN
etd-08312018-163302
Title
Giovanni Crisostomo: retorica e politica cristiane
Settore scientifico disciplinare
L-ANT/03
Corso di studi
STORIA
Commissione
tutor Prof. Salmeri, Giovanni
Parole chiave
  • Giovanni Crisostomo
Data inizio appello
19/09/2018;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
19/09/2021
Riassunto analitico
La tesi si fonda sullo studio diretto di un&#39;ampia parte dell&#39;opera di San Giovanni Crisostomo, sia omelie, sia trattati, con la finalità di ricostruirne il pensiero, soprattutto politico, e le applicazioni pratiche di quest&#39;ultimo nella sua azione e condotta in qualità di vescovo di Costantinopoli.<br>Il lessico utilizzato di preferenza e la prassi retorica rivelano un forte influsso della cultura greca, integrata in una visione profondamente cristiana e reinterpretata a servizio della Chiesa, che è presentata come la nuova grecità e la nuova polis. <br>Le consistenti tracce di una visione del mondo influenzata dalla paideia classica mostrano il forte legame dell’Autore con la tradizione di pensiero che è stata il cuore della sua formazione retorica, nonostante un deciso rifiuto di farvi esplicito riferimento, a differenza degli altri principali Padri greci. Tale formazione tradizionale greca è all’origine della concezione crisostomica della retorica, vero mezzo di governo e di trasformazione della polis, e in quanto tale necessaria all&#39;opera del predicatore e delvescovo.<br>L’analisi dei testi rivela in Giovanni una chiara predilezione per il tema della regalità e per le tematiche “politiche” in senso etimologico (la vita cittadina è ancora pienamente, sul finire del Quarto secolo, il centro della vita pubblica nelle città greche d’Oriente e il Nostro ne è testimone); fin dalle opere giovanili si ritrova affermata con forza una dottrina dei due poteri che prevede l’indipendenza della Chiesa e la sua preminenza morale sul potere temporale. Il princeps cristiano è ricollocato ben al di sotto del Sacerdozio, al termine di un&#39;epoca travagliata in cui il potere ha favorito l&#39;eresia dimostrando gli errori e i pericoli insiti nel modello eusebiano, che il Crisostomo combatte anche con l&#39;aiuto di una concezione politica classica.
File