ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08282018-164041


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
TERRAMOCCIA, GIULIA
URN
etd-08282018-164041
Title
Astenia cutanea nel cane e nel gatto: valutazione dell'indice di estensibilita' cutanea nei soggetti sani
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
relatore Prof.ssa Abramo, Francesca
correlatore Prof. Miragliotta, Vincenzo
controrelatore Prof.ssa Ciampolini, Roberta
Parole chiave
  • astenia cutanea
  • gatto
  • cane
  • indice di estensibilità cutanea
  • sindrome di Ehlers-Danlos
Data inizio appello
14/09/2018;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
14/09/2021
Riassunto analitico
RIASSUNTO<br>L’astenia cutanea nel cane e nel gatto è una patologia rara ed ereditaria, analoga alla Sindrome di Ehlers-Danlos dell’uomo, riconducile ad un disordine connettivale con perdita dell’integrità biomeccanica del tessuto. Questa si manifesta principalmente con segni clinici a carico della cute che si presenta soffice, vellutata, fragile ed iperestensibile con numerose pieghe. La diagnosi clinica della malattia si basa inizialmente sull’anamnesi e sui segni clinici riscontrati, tuttavia per la conferma sono necessari ulteriori approfondimenti diagnostici quali istologia e microscopia elettronica. Una prima valutazione oggettiva dell’estensibilità della cute può essere di aiuto per la diagnosi e si effettua attraverso un test clinico, l’indice di estensibilità cutanea (SEI=skin extensibility index). Dalla letteratura scientifica si evince che valori superiori a 14,5% nel cane e 19% nel gatto sembrano essere diagnostici per l’astenia cutanea. Questi risultati tuttavia sono stati ottenuti con una casistica casi-controllo piuttosto limitata e senza considerare razza, taglia ed età degli animali. Sulla base di questa considerazione, l’obiettivo di questa tesi è stato quello di valutare il SEI nel cane e nel gatto in una casistica numerosa e stabilire se esista un SEI specifico per razza taglia ed età nel cane e per razza ed età nel gatto. A tal fine è stata anche svolta una revisione narrativa della letteratura riguardante questa patologia con focus sul cane e sul gatto. Nel nostro studio sono stati inclusi 221 cani e 39 gatti, tutti sani, sui quali è stata eseguita la misurazione al fine di ottenere il SEI, calcolato secondo la formula (Patterson e Minor, 1977): “SEI = [Altezza verticale della plica cutanea / lunghezza del corpo] x 100”. Il soggetto è stato posizionato in stazione quadrupedale con il rachide allineato; la misurazione della lunghezza del corpo e della plica lombare è stata eseguita e descritta con precisione. Differenze statisticamente significative del SEI sono state individuate sia nel cane che nel gatto tra soggetti giovani (età &lt; 6 mesi) e adulti (età ≥ 6 mesi); nel cane, considerando le due sottopopolazioni di giovani ed adulti sono state riscontrate differenze statisticamente significative anche in base alla razza e alla taglia. I risultati ottenuti dimostrano come nel cane non sia possibile stabilire un SEI univoco per specie, ma che vadano individuate sottocategorie in riferimento all’età, alla razza ed alla taglia.<br>ABSTRACT<br>Cutaneous asthenia in dogs and cats is a rare inherited disease. As in Ehlers-Danlos syndrome in humans, it represents a connective tissue disorder charactecrized by loss of biomechanical tissue intergrity. Main cutaneous clinical signs are: soft, velvety, fragile and hyperextensible skin with several folds. Clinical diagnosis is based on medical history and clinical signs, however, further diagnostic tests are required such as histology and especially electron microscopy to confirm the diagnosis.<br>An objective evaluation of the skin extensibility is useful for the diagnosis and is carried out by a clinical test, the skin extensibility index (SEI). The scientific literature reports that values higher than 14,5% in dogs and 19% in cats appear to be diagnostic for the disease. However, these results were obtained with a fairly limited case-control study and regardless of the animals’ breed, size and age. Based on this consideration, the purpose of this study is to evaluate the SEI in dog and cat in a large amount of cases and to establish whether there is a specif SEI for breed, size and age in dog and for breed and age in cat. To this end, a review of the literature concerning this disease was also carried out focussing on dogs and cats. Our study includes 221 dogs and 39 cats, all healthy, in which the measurement to obtain the SEI has been carried out and calculated as follows: (Patterson e Minor, 1977): “SEI = [Vertical height of extended skin fold / body lenght ] x 100”. The animal (dog or cat) was placed in quadrupedal position with its spine aligned; the body lenght and lumbar skin fold measurements were then precisely carried out and described. Statistically significant differences in SEI were observed, in both dogs and cats, comparing young (age &gt;6 months) and adult (age ≥ 6 months) animals. In young and adult canine subpopulation, statistically significant differences were also observed in different breeds and according to the different size (small, medium and large). The results obtained showed that in dogs it is not possible to establish a unique SEI for the species, but subcategories should be identified according to age, breed and size.<br>
File