ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08242011-174500


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
DAGANI, LORENZO
URN
etd-08242011-174500
Title
Il deposito aurifero Carlin-type della miniera di Zimudang (Guizhou, Cina sud-occidentale)
Struttura
SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI
Corso di studi
SCIENZE GEOLOGICHE
Commissione
relatore Dott. Montomoli, Chiara
relatore Dott. Gioncada, Anna
Parole chiave
  • oro invisibile
  • pirite arseniosa
  • Carlin-type
  • Guizhou
  • Cina
Data inizio appello
30/09/2011;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
30/09/2051
Riassunto analitico
La miniera di Zimudang, situata nella provincia del Guizhou in Cina Sud-occidentale è un deposito<br>d’oro Carlin-type, come molti altri in questa regione della Cina.<br>Le caratteristiche distintive dei depositi Carlin-type cinesi sono: (1) le rocce che ospitano la<br>mineralizzazione sono composte da carbonati impuri, (2) le formazioni interessate dalla<br>mineralizzazione hanno un’età compresa tra il Permiano e il Triassico, (3) la mineralizzazione ad oro è<br>correlata allo sviluppo di pieghe e faglie, (4) non è stata osservata nessuna relazione spaziale o<br>genetica con fluidi magmatici, (5) presenza di fluidi ricchi in H2S, As, Au e Hg, (6) gli ore minerals sono la pirite, arsenopirite, realgar, cinabro e (7) le alterazioni tipiche sono la sulfurazione, la decarbonatazione e la silicizzazione.<br>Il deposito d’oro di Zimudang si è sviluppato in rocce carbonatiche impure di età Triassica e la<br>mineralizzazione ad oro è localizzata lungo una thrust zone, di parecchi metri di spessore, sviluppata più o meno parallelamente al piano assiale di un’anticlinale a scala kilometrica (l’anticlinale di Huijiabao). Gli ore minerals, costituiti principalmente da pirite e rsenopirite, sono disseminati nelle rocce carbonatiche del deposito e in genere l’oro è ospitato all’interno del reticolo cristallino di pirite, nei bordi della pirite ricchi in As e in arsenopirite, con dimensioni inferiori al micron o come soluzione<br>solida. Per questa ragione i depositi d’oro Carlin-type sono detti anche depositi ad “oro invisibile”.<br>L’obbiettivo di questo lavoro è di studiare le relazioni tra la mineralizzazione ad oro, gli ore minerals, e le strutture geologiche. Partendo dalla carta geologica della zona di miniera e dalle sezioni ad essa correlate, integrando i dati di pozzi disponibili è stato creato un modello 3D dell’area, tramite il software gOcad, per avere una visione tridimensionale delle strutture geologiche e per vincolare meglio le relazioni tra l’anticlinale e la mineralizzazione localizzata.<br>I campioni, provenienti dalla miniera, sia dalla zona esterna sia dalla galleria, sono stati studiati in sezione sottile tramite microscopio ottico da petrografia e SEM-EDS per comprendere le relazioni tra gli ore minerals e le relative microstrutture correlate alla faglia e all’anticlinale.<br>I principali ore minerals a Zimudang sono pirite, arsenopirite, realgar, cinabro e blenda mentre i<br>minerali di ganga, principalmente presenti in vena, sono quarzo e calcite.<br>I risultati ottenuti hanno suggerito che nel deposito d’oro Carlin-type di Zimudang è presente una stretta relazione tra la faglia inversa e le mineralizzazioni ad oro. I fluidi mineralizzanti sono canalizzati lungo la faglia e la mineralizzazione ad oro è impostata nelle rocce incassanti adiacenti la faglia. Lo sviluppo della mineralizzazione è avvenuto contemporaneamente alla deformazione legata alla faglia di Zimudang.
File