ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08232013-183419


Thesis type
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Author
MORICONI, MARCO
URN
etd-08232013-183419
Title
Luigi Russo (1892-1961) e la Casa Editrice Vallecchi. Il carteggio Russo-Vallecchi (1924-1959) conservato nel Fondo Luigi Russo a Pietrasanta.
Struttura
CIVILTA' E FORME DEL SAPERE
Corso di studi
STORIA
Commissione
correlatore Prof. Floriani, Piero
relatore Prof.ssa Palazzolo, Maria Iolanda
Parole chiave
  • Luigi Russo
  • casa editrice Vallecchi
  • carteggio
  • storia editoria italiana novecento
  • critica letteraria
  • editoria scolastica
Data inizio appello
30/09/2013;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
30/09/2053
Riassunto analitico
Il mio lavoro riguardante la relazione epistolare tra Luigi Russo e la Casa editrice Vallecchi di Firenze si snoda attraverso l’analisi di tre aspetti principali: la figura di Luigi Russo, come uomo, docente, critico letterario, intellettuale e polemista; la Casa editrice di Attilio Vallecchi, il carattere peculiare dell’uomo, dell’appassionato di letteratura, dell’imprenditore, del tipografo, poi anche editore, il tutto inquadrato nel contesto dell’editoria toscana della prima metà del Novecento e della più generale situazione culturale e politico-istituzionale del periodo; infine il carteggio e i documenti contabili intercorsi tra Russo e la Casa Vallecchi relativamente al periodo 1924-1959, secondo le consistenze conservate nel fascicolo del Fondo Luigi Russo a Pietrasanta (Lu). Russo, nella sua attività di storico della letteratura, critico e direttore di riviste, si è sempre dimostrato sensibile alle questioni editoriali. In generale, accanto agli archivi editoriali ed alle biblioteche storiche delle edizioni, i carteggi di personalità della cultura e della politica risultano una fonte imprescindibile per ricostruire genesi e fortuna di alcune opere e di alcuni progetti di un autore, come dimostrano alcuni studi sui letterati o la pubblicazione dei loro carteggi con gli editori. La ricostruzione del rapporto di Russo con l’editoria ha quale fonte preziosa il ricco epistolario conservato nel Fondo Russo a Pietrasanta, di grande interesse non solo per le consistenze relative ai fascicoli di lettere e documenti contabili intrattenuti direttamente con gli editori, ma anche, indirettamente, per tutte le numerose missive scambiate con i più importanti scrittori ed intellettuali del Novecento. Le relazioni più intense le intrattenne con gli editori fiorentini e queste trovano la sua ragion d’essere evidentemente nell’insegnamento di Russo nel capoluogo toscano ed a Pisa ma anche nella sua vasta produzione scolastica e nella vocazione degli editori toscani in tale campo editoriale. Nel cercare di ricostruire la storia della Casa editrice Vallecchi, dalle sue origini nel 1919, è necessario giocoforza incontrare nel percorso vari aspetti della società e della cultura della prima metà del Novecento, vista l’importanza della casa editrice soprattutto nel campo delle avanguardie letterarie ed artistiche di inizio secolo. Con questo lavoro ho cercato di portare un contributo, seppure modesto e suscettibile di ulteriori approfondimenti, sul tema dei rapporti tra Luigi Russo e la Casa Vallecchi, risultando, il relativo carteggio, tra quelli conservati nel Fondo Russo a Pietrasanta, ancora assolutamente non studiato.
File