ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08072013-184053


Thesis type
Tesi di dottorato di ricerca
Author
CATARSI, ELEONORA
URN
etd-08072013-184053
Title
VASCULITI PRIMITIVE DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE: APPROCCIO DIAGNOSTICO
Settore scientifico disciplinare
MED/09
Corso di studi
FISIOPATOLOGIA CLINICA E SCIENZE DEL FARMACO
Commissione
tutor Prof.ssa Migliorini, Paola
Parole chiave
  • liquor
  • cerebrale
  • vasculite
Data inizio appello
01/10/2013;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Le vasculiti primitive del sistema nervoso centrale (PACNS) sono malattie rare, potenzialmente fatali, ad eziologia sconosciuta. L&#39;esordio clinico si caratterizza principalmente per la comparsa di cefalea e/o encefalopatia. La diagnosi di certezza può essere formulata solo con la biopsia cerebrale; in assenza di conferma bioptica, i dati clinici, laboratoristici e di imaging devono essere considerati nell’insieme per rafforzare l’ipotesi diagnostica. Gli esami ematochimici sono generalmente nella norma. Lo studio del liquor evidenzia anomalie non specifiche nella maggior parte dei casi: le alterazioni più comuni sono un aumento delle proteine e/o della conta dei leucociti. La RM convenzionale rivela alterazioni in tutti i pazienti; più frequentemente si evidenziano infarti corticali-subcorticali multipli e bilaterali, a volte in associazione a lesioni emorragiche intraparenchimali e/o subaranoidee. L’angio-RM può essere utile nelle prime fasi d’indagine; questa tecnica è tuttavia meno sensibile dell’angiografia, soprattutto nello studio del circolo posteriore e dei vasi di piccolo calibro. L’angiografia cerebrale riesce ad evidenziare segni di infiammazione dei vasi fino a 250-500µm di diametro; i reperti più comuni sono stenosi multisegmentarie, aneurismi, trombosi multiple dei vasi. La biopsia cerebrale rimane il gold standard nella diagnosi di PACNS. L’aspetto istopatologico è quello di una vasculite transmurale e segmentaria; per tale motivo una biopsia negativa non esclude completamente una PACNS. <br>Data l’assenza di biomarkers di malattia e la necessità di ricorrere ad esami invasivi quali l’angiografia e/o la biopsia cerebrali, questa tesi si è proposta di ricercare nuovi approcci diagnostici nello studio delle PACNS.<br>
File