ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-08032022-163951


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
MASTROLEO, MARTINA
URN
etd-08032022-163951
Thesis title
PROGETTAZIONE E SINTESI DI DERIVATI 3-BENZIL-7-n-BUTIL-CHINOLIN-2(1H)-ONICI 6-METOSSI E 6-IDROSSI SOSTITUITI QUALI MODULATORI DEL RECETTORE GPR55
Department
FARMACIA
Course of study
CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE
Supervisors
relatore Prof. Bertini, Simone
relatore Prof. Macchia, Marco
relatore Ceni, Costanza
Keywords
  • 3-benzilquinolin-2(1H)-one
  • GPCR
  • GPR55
  • agonisti
  • relazione struttura-attività
Graduation session start date
05/10/2022
Availability
Withheld
Release date
05/10/2025
Summary
GPR55 è un recettore accoppiato a proteine G (GPCR) e appartiene alla Classe A della famiglia rhodopsin-like. Inizialmente è stato incluso tra i recettori orfani e, nel 2007 è stato de-orfanizzato, grazie all'all’identificazione del lisofosfatidilinositolo (LPI) come suo ligando endogeno. Il recettore GPR55 è localizzato sia a livello periferico che centrale dell'organismo umano e, di conseguenza, rappresenta un target terapeutico innovativo per il trattamento di numerose patologie. Infatti, risulta che GPR55-antagonisti siano efficaci nel contrastare varie forme di cancro e per il trattamento dell'epilessia; d'altra parte, GPR55-agonisti sembrano produrre un effetto anti-neuroinfiammatorio, risultando utili in patologie neurodegenerative quali il morbo di Alzheimer e di Parkinson, e la sclerosi multipla. Risulta controversa la classificazione del recettore GPR55 in quanto, secondo alcuni studiosi può essere considerato il terzo recettore cannabinoide data la stretta correlazione con i recettori CB1 e CB2; d'altra parte, il sistema di trasduzione del segnale di GPR55 spesso si discosta dal sistema tipico dei recettori cannabinoidi; infatti, attiva pathways intracellulari diversi, in quanto è accoppiato a proteine G differenti da quelle dei recettori cannabinoidi. Inoltre, i ligandi del GPR55 sono relativamente pochi, poco selettivi e presentano un'eterogeneità dal punto strutturale, dovuta all'attuale non disponibilità della struttura tridimensionale del recettore. In questo contesto, il gruppo di ricerca con il quale ho svolto la mia tesi ha avviato un progetto volto all'individuazione e alla sintesi di nuovi modulatori del recettore GPR55. In particolare, lo scopo di questa tesi è stato quello di sviluppare un'ulteriore serie di derivati 3-benzilchinolin-2(1H)-onici per poter delineare le relazioni struttura-attività relative a questa classe di molecole. Quindi, è stato ritenuto interessante studiare l'influenza sull' interazione di binding di GPR55 dovuta allo spostamento del gruppo OR (R= H, CH3) dalla posizione 5 alla posizione 6 del nucleo centrale chinolin-2(1H)-onico. I saggi biologici atti a valutare l'affinità di legame e la selettività dei nuovi composti sintetizzati per il recettore GPR55, nonchè la loro attività funzionale, sono attualmente in corso.
File