ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-07102017-170045


Thesis type
Tesi di specializzazione (5 anni)
Author
LAZZERI, ELISA
URN
etd-07102017-170045
Title
RUOLO DELL’IPERESTROGENISMO SUL MICROBIOTA VAGINALE: DIAMMINE VAGINALI (PUTRESCINA E CADAVERINA) DI ORIGINE BATTERICA, INDOTTE DALLA STIMOLAZIONE OVARICA CONTROLLATA IN DONNE CHE SI SOTTOPONGONO A PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MICROBIOLOGIA E VIROLOGIA
Commissione
relatore Prof. Pozzi, Gianni
Parole chiave
  • Poliammine
  • Vaginiti
  • Vaginosi Batterica
  • Infertilità
Data inizio appello
27/07/2017;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Lo scopo della ricerca oggetto di questa tesi è stato di valutare l’effetto del trattamento con gonadotropine esogene sulla flora vaginale di donne che si sottopongono a iperstimolazione ovarica controllata nel contesto delle procedure di Procreazione Medicalmente Assistita. Sono stati analizzati 108 tamponi vaginali, raccolti prima e dopo il trattamento ormonale, di donne sottoposte a cicli di Fecondazione In Vitro, presso il Centro per la Diagnosi e Terapia della Sterilità di Coppia dell’U.O.C. di Ostetricia e Ginecologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese. Mediante l’utilizzo di un nuovo saggio enzimatico (VADA), che va a dosare le diammine vaginali, prodotte dal catabolismo dei microrganismi anaerobi, e tecniche batteriologiche tradizionali, è stata valutata la presenza di alterazioni della flora vaginale, in termini di concentrazione di diammine rilasciate nei fluidi vaginali e di positività per potenziali patogeni, in correlazione alla condizione di iperestrogenismo. Il saggio enzimatico si è rivelato un metodo rapido ed economico per saggiare la presenza delle diammine vaginali, veri biomarkers di salute vaginale. Grazie a questo metodo diagnostico qualitativo e quantitativo e alla batteriologia è stato osservato che, le donne sottoposte a trattamento ormonale vanno in contro ad uno spostamento della flora verso batteri potenzialmente patogeni che potrebbero predisporre ad una condizione di vaginosi e tale spostamento sembra influire sui bassi tassi di gravidanza in donne che si sottopongono a Fecondazione in vitro.<br><br><br><br><br>
File