ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-07042011-132443


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
TURINI, VERONICA
URN
etd-07042011-132443
Title
STUDIO FARMACOCINETICO/FARMACODINAMICO DELLO ZOLPIDEM NEL CANE DOPO SINGOLA SOMMINISTRAZIONE ORALE
Struttura
FARMACIA
Corso di studi
CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE
Commissione
relatore Dott. Giorgi, Mario
Parole chiave
  • cane
  • farmacodinamica
  • zolpidem
  • farmacocinetica
Data inizio appello
20/07/2011;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
20/07/2051
Riassunto analitico
Lo Zolpidem appartiene alla classe dei farmaci Z, un gruppo di farmaci con struttura non benzodiazepinica con effetti simili alle benzodiazepine che sono usati in medicina umana nel trattamento dell’insonnia. In questo studio sono state valute le sue caratteristiche farmacocinetiche e farmacodinamiche a due dosaggi (0,15 e 0,5 mg/kg) per asserire se questo farmaco può essere utilizzato per iniziare la sedazione o diminuire le risposte ansiogene forti nella specie canina. Otto cani adulti di razza differente hanno ricevuto una somministrazione orale di zolpidem secondo un disegno di studio sperimentale a cross-over randomizzato aperto; due gruppi di trattamento, singola somministrazione, due dosaggi e due periodi. Le concentrazioni plasmatiche sono state valutate attraverso una metodica HPLC fluorimetrica validata mentre la farmacodinamica (effetto neurologico) attraverso il punteggio della scala di Young. La farmacocinetica è risultata dose dipendente con concentrazioni di farmaco più basse di quelle riscontrate nell’uomo dopo somministrazione con la stessa dose di farmaco. Il dosaggio basso non ha prodotto nessun effetto ne clinico ne collaterale, mentre il dosaggio alto ha generato una stimolazione paradossale del SNC (di circa un ora) e una consecutiva breve e leggera fase di sedazione. Quest’ultima non ha avuto nessuna rilevanza clinica in quanto lo zolpidem ha mostrato livelli plasmatici inefficaci fino a 30 ng/ml molto vicini alle concentrazioni minime plasmatiche che hanno prodotto effetti collaterali (60 ng/ml). In conclusione lo zolpidem non è un farmaco adatto per l’induzione dell’ipnosi nella specie canina.<br><br>Zolpidem belongs to Z-drugs, a group of nonbenzodiazepine drugs with effects similar to benzodiazepines, which is used in the treatment of human insomnia. Its PK/PD at 2 dosing levels (0.150 and 0.5 mg/kg) have been evaluate in dogs to assess if this drug may be used to initiate sedation and diminish severe anxiety responses in canine species. Eight adult dogs of different breed were orally administered with zolpidem according to a two treatment groups, using an open, single-dose, two-strength, two-period, cross-over design. Drug plasma concentrations were evaluated by a validated HPLC-FL method, while the pharmacodynamics by the Young’s scale. The pharmacokinetics was dose depended with lower drug concentration than in humans administered with the same doses of drug. The low dose did not produce any clinical of adverse effect, while the high dose generated a paradoxical CNS stimulation (about 1 h long lasting) and a subsequent short and light sedation phase. This latter had no clinical relevance. The drug showed ineffective plasma levels up to 30 ng/mL very close to the minimal plasma concentration producing side effects (60 ng/mL). In conclusion, zolpidem is a drug not suitable for the hypnosis in canine species.<br>
File