ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-07022014-230110


Thesis type
Tesi di specializzazione (5 anni)
Author
SIMONE, FRANCESCA
URN
etd-07022014-230110
Title
L'empatia nei disturbi da comportamento dirompente
Struttura
MEDICINA CLINICA E SPERIMENTALE
Corso di studi
NEUROPSICHIATRIA INFANTILE
Commissione
relatore Prof. Muratori, Filippo
relatore Dott.ssa Milone, Annarita
Parole chiave
  • tratti calloso-anemozionali
  • alessitimia
  • disimpegno morale
  • teoria della mente
  • comportamento
  • aggressività reattiva e proattiva
Data inizio appello
21/07/2014;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Razionale e obiettivi: I disturbi dirompenti del controllo degli impulsi (DCD) costituiscono un frequente motivo di consulenza presso servizi di neuropsichiatria infantile. La prognosi dei DCD è spesso sfavorevole e necessita di diagnosi e interventi terapeutici precoci. Nel DSM-5 è stata individuata una tipologia specifica di Disturbo della Condotta definita con emozioni prosociali limitate che presenta maggiore gravità, elevato rischio di evoluzione in disturbo antisociale e deficit empatici e relazionali. Pochi studi descrivono la correlazione tra profili empatici e variabili comportamentali, morali ed affettive nei DCD..<br>Metodologia: 33 pazienti (età 11-16 aa) sono stati valutati con K-DAS-PL, CBCL, YSR , APSD, ICU e IRI per definire il quadro clinico e il profilo empatico e con scale per la valutazione delle caratteristiche morali, emozionali e comportamentali (MD, PVQ, SE,TAS-20, Child Eyes- test, RPQ)<br>Risultati: Il 20% del campione presenta un deficit nella empatia affettiva cui si associa un profilo caratterizzato da difficoltà nella identificazione degli stati emotivi personali e altrui, disimpegno morale, aggressività proattiva e punteggi elevati nelle scale che individuano i tratti callous.-unemotional, . <br>Conclusioni: lo studio dei profili empatici nei DCD può fornire validi elementi per individuare pazienti con emozioni prosociali limitate e indirizzarne gli interventi terapeutici.<br>
File