ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-07022012-110251


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
BENDINELLI, CRISTIANO
URN
etd-07022012-110251
Title
Valutazione dell'efficacia analgesica intraoperatoria di Parecoxib e Robenacoxib in corso di ovariectomia laparoscopica nel cane
Struttura
MEDICINA VETERINARIA
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
relatore Prof. Breghi, Gloria
correlatore Dott. Giorgi, Mario
controrelatore Prof. Vannozzi, Iacopo
Parole chiave
  • ovariectomia laparoscopica
  • dolore intraoperatorio
  • valdecoxib
  • parecoxib
  • robenacoxib
Data inizio appello
27/07/2012;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Obiettivo - L’obbiettivo è stato valutare l’efficacia di parecoxib e robenacoxib nel trattamento del dolore intraoperatorio in corso di ovariectomia laparoscopica nel cane.<br>Tipo di studio – prospettico, randomizzato in cieco<br>Animali- 21 cani femmine di età e razza variabili sottoposte ad ovariectomia laparoscopica.<br>Materiali e Metodi – I soggetti sono stati suddivisi in 3 gruppi che hanno ricevuto: parecoxib (2 mg/kg, n=7) GPx, robenacoxib (2 mg/kg, n=7) GRx, o morfina (0,3 mg/kg, n=7) Gmorf per via intramuscolare 5 minuti prima dell’induzione anestetica. L’anestesia è stata ottenuta con propofol in bolo 6 mg/kg ed il mantenimento con infusione continua (20-45 mg/kg/h); tutti i soggetti hanno ricevuto una ventilazione controllata. Frequenza cardiaca (FC), concentrazione di anidride carbonica a fine espirazione (EtCO2), pressione arteriosa media (PAM) sono state monitorate ogni 5 minuti per tutta la durata dell&#39;anestesia. In caso di aumento del 20% rispetto ai valori basali (T0) di FC e PAM è stata attuata una rescue analgesia con bolo di fentanyl alla dose di 2 mcg/kg EV.<br>Risultati – Non sono state rilevate differenze significative per FC, PAM, EtCO2, nei tre gruppi e tra i tre gruppi. Riguardo ai dosaggi di propofol per il mantenimento nel gruppo morfina sono state evidenziate differenze significative tra i tempi T1, T2 e T3 vs T7 e T8. Il confronto tra i gruppi ha evidenziato una differenza significativa tra il Gmorf ed il gruppo GRx ai tempi T0, T1, T2, T3 e T4. Non sono state evidenziate né ipotensione né bradicardia nei tre gruppi di studio. La rescue analgesia con bolo di fentanyl è stata effettuata nel 57% dei soggetti del GPx, % dei soggetti del Gmorf e nel 100% dei soggetti del GRx. <br>Discussioni – Il gruppo che ha ricevuto parecoxib ha richiesto un trattamento analgesico aggiuntivo minore rispetto al gruppo di controllo (morfina). Il gruppo che ha ricevuto robenacoxib ha invece richiesto una analgesia aggiuntiva in tutti i soggetti. Il gruppo Rx è risultato essere il gruppo che ha ricevuto un dosaggio inferiore di propofol per il mantenimento ma al contempo è il gruppo che ha ricevuto fentanyl nel 100% dei casi e questo potrebbe aver influito sulla richiesta di propofol.<br>Conclusioni - In questo studio il parecoxib al dosaggio di 2 mg/kg ha prodotto un’analgesia superiore a 0,3 mg/kg di morfina nel periodo intraoperatorio, mentre il robenacoxib sembra avere minori proprietà analgesiche intraoperatorie.<br><br>ABSTRACT<br><br>Key words: parecoxib, robenacoxib, valdecoxib, intraoperative pain, laparoscopic ovariectomy, dogs.<br><br>Objective – The objective of the study was to evaluate the efficacy of parecoxib and robenacoxib, used for treatment of intra-operative pain in dogs undergoing laparoscopi ovariectomy.<br>Design – prospective, randomized, blinded study.<br>Animals – 21 female dogs of different age and weight undergoing laparoscopic ovariectomy.<br>Materials and method – The dogs were allocated in 3 groups to receive a single intramuscular doses of parecoxib (2 mg/kg, n=7) GPx, robenacoxib (2 mg/kg, n=7) GRx, or morphine (0.3 mg/kg, n=7) GMor (positive control group) 5 min before anesthesia induction. Induction and maintenance of anesthesia was obtained with propofol in bolus (6 mg/kg IV) and in infusion (20-45 mg/kg/h), respectively. All the subjects were mechanically ventilated. Heart rate (HR), end tidal CO2 (EtCO2), mean arterial pressure (MAP) were monitored every five minutes after anesthesia induction and for the entire procedure. A rescue analgesia with a bolus of fentanyl 2 mcg/kg IV, was scheduled in case of an increase of HR and MAP higher than 20% compared to T0 values.<br>Results - No significant differences concerning HR, MAP, ETCO2, were detected between the three groups and within the groups. As far as the maintenance doses of propofol is concerned, in the morphine group significant differences among times T1, T2 and T3 vs T7 and T8 were found. The comparison between the groups Morf and Rx showed a significant difference at times T0, T1, T2, T3 and T4. There were no hypotension or bradycardia in the three treatment groups. The rescue analgesia with fentanyl bolus was performed in 57% of subjects in the parecoxib group, 71% of subjects in the morphine group and in 100% of subjects in the group robenacoxib.<br>Discussion – The group receiving parecoxib in premedication needed less additional analgesic treatment than the control group (morphine). The group that received robenacoxib instead needed additional analgesia in all subjects. The GRx came out as the group that received a lower dosage of propofol for the maintenance, but at the same time it received fentanyl in all the 7 subjects. This could have affected the demand for propofol.<br>Conclusions: In this study parecoxib at the dosage of 2 mg/kg produced higher analgesia than 0.3 mg/kg of morphine during the intraoperative period, whereas the robenacoxib seems to have low intraoperative analgesic properties.<br>
File