ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06262018-225446


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
STANCA, STEFANO
URN
etd-06262018-225446
Title
Analisi qualitativa della prestazione nel test della Figura complessa di Rey in soggetti con Subjective Cognitive Decline, Mild Cognitive Impairment e Malattia di Parkinson de novo
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Bonuccelli, Ubaldo
Parole chiave
  • Malattia di Parkinson
  • MCI
  • SCD
  • Figura di Rey
  • tests neuropsicologici
  • BQSS
  • MP-MCI
Data inizio appello
17/07/2018;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il test della Figura Complessa di Rey (anche definito Rey-Osterrieth Complex Figure, ROCF) è un<br>test di natura percettivo-visiva, che prevede la copia e la successiva rievocazione di una figura<br>geometrica complessa. Questa si articola in semplici elementi grafici, strutturali e secondari, la cui<br>combinazione esita nella difficoltà del compito. Sono stati proposti, negli anni, diversi modelli di<br>scoring tra cui il Boston Qualitative Scoring System (BQSS), utile per rilevare alterazioni<br>nell’organizzazione visuospaziale, nella pianificazione e nella memoria visiva.<br>Recenti evidenza sperimentali in pazienti con Malattia di Parkinson (MP) e Mild Cognitive<br>Impairment (MCI) di tipo vascolare hanno dimostrato, attraverso il BQSS, che le scarse prestazioni<br>dei pazienti nel test ROCF erano attribuibili a difficoltà di natura esecutiva (Scarpina et al., 2016;<br>Salvadori et al., 2017).<br>Il presente studio ha valutato l’utilità clinica del BQSS nel discriminare gli aspetti organizzativi ed<br>esecutivi dei disegni di quattro gruppi di soggetti: soggetti con declino cognitivo soggettivo (SCD),<br>pazienti con MCI e con MP de novo e drug-naïve, sia cognitivamente integri (MP-CI) che con lieve<br>declino cognitivo (MP-MCI). Abbiamo, inoltre, indagato la relazione fra i punteggi esecutivi del<br>BQSS e la prestazione negli altri tests neurocognitivi, in particolare, quelli che valutano le funzioni<br>esecutive. Nel gruppo di pazienti con MP è stata, inoltre, indagata la relazione fra indici del BQSS,<br>scores motori e indici di captazione alla 123I-Ioflupano SPECT (DATSCAN).<br>Sono stati arruolati consecutivamente 32 soggetti con SCD, 31 pazienti con MCI e 45 con MP (di cui<br>28 con MP-CI e 17 con MP-MCI), confrontabili per età e scolarità. A tutti i partecipanti è stata<br>somministrata una batteria neuropsicologica completa comprendente: ROCF, Mini Mental State<br>Examination (MMSE), Rey Auditory Verbal Learning Test (RAVLT), Digit Span (DS), Corsi Test<br>(CT), Phonemic Fluency Test (PFT), Stroop Interference Test (ST), Frontal Assessment Battery<br>(FAB), Trail Making Test (TMT), Digit Symbol Substitution Test (DSST) e Raven’s Coloured<br>Progressive Matrices 47 (CPM47).<br>La copia dei disegni ROCF è stata valutata utilizzando entrambi i metodi: quantitativo e qualitativo<br>(BQSS). In particolare, sono stati analizzati i seguenti subscores: Copy Presence and Accuracy<br>(CPA), Organization, Reduction, Neatness, Vertical Expansion, Planning, Perseveration, Rotation e<br>Fragmentation.<br>I soggetti con MP-MCI hanno mostrato prestazioni peggiori rispetto ai pazienti con MP e MCI,<br>sebbene non statisticamente significative, nella copia della ROCF valutata con metodo quantitativo<br>(p = 0,077). Per quanto riguarda l’analisi qualitativa, i pazienti con MP-MCI hanno riportato<br>prestazioni significativamente peggiori dei soggetti con SCD e con MP-CI nella componente CPA,<br>dei soggetti con SCD nella componente Organization e di quelli con SCD e MCI in Reduction. I<br>pazienti con MP-CI hanno evidenziato risultati migliori in Neatness rispetto ai pazienti con MCI.<br>Le analisi di correlazione hanno, poi, mostrato un’associazione positiva fra subscores del BQSS e<br>tests per le funzioni esecutive.<br>Le correlazioni emerse tra i subscores del BQSS e gli scores motori hanno confermato il ruolo<br>“protettivo” del profilo tremorigeno sulla sfera cognitiva, rispetto a quello rigido-acinetico.<br>Nei pazienti con MP-MCI, pertanto, la ridotta performance nella copia della ROCF sembra legata ad<br>uno scarso controllo esecutivo. I soggetti con MP-CI hanno, invece, evidenziato, diversamente dagli<br>studi precedenti, buoni risultati in tutti i subscores qualitativi, probabilmente perché pazienti con<br>recente diagnosi e drug-naive. I pazienti con MP-MCI hanno mostrato differenze significative<br>rispetto a quelli con MCI degenerativo solo nella componente Reduction.<br>Tra i punteggi del BQSS, il CPA si è rivelato il più adatto per distinguere la prestazione nella copia<br>della Figura di Rey tra MP-MCI vs MP-CI e MP-MCI vs SCD. La presenza e l&#39;accuratezza dei<br>clusters e dei dettagli, risulta, infatti, correlata al controllo esecutivo, poiché la corretta riproduzione<br>della figura richiede il monitoraggio continuo delle proprie prestazioni al fine di evitare omissioni e/o<br>perseverazioni. La correlazione positiva con le prove esecutive supporta questa interpretazione.<br>I risultati di questo studio suggeriscono che il sistema di scoring qualitativo BQSS fornisce<br>informazioni utili sulla componente esecutiva del ROCF.
File