ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06262016-125409


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
NOCERA, GIULIA
URN
etd-06262016-125409
Title
L'abuso nel diritto tributario alla luce della nuova disciplina contenuta nell'art. 10-bis L. 212/2000
Struttura
GIURISPRUDENZA
Corso di studi
GIURISPRUDENZA
Commissione
relatore Prof.ssa Bellé, Brunella
Parole chiave
  • interpello
  • codificazione abuso
  • Halifax
  • dividend washing
  • elusione
Data inizio appello
18/07/2016;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il primo capitolo ripercorre l’intera storia giurisprudenziale dell’abuso del diritto, concludendo il suo percorso con le novità legislative del 2015. La trattazione affronta, in primo luogo, il tema dell’abuso del diritto in generale e il significato attribuito a questa espressione dagli studiosi del diritto. Procede con l’analisi dei primi interventi legislativi nell’ordinamento interno (nell’arco temporale dal 2000 al 2005) giungendo all’esposizione e al relativo commento della sentenza Halifax del 2006, traguardo fondamentale raggiunto a livello comunitario per l’evoluzione del tema in questione. L’iter storico tocca le “sentenze gemelle” del 2008, i tentativi falliti di codificazione dal 2011 in poi fino a giungere alla L. 11 marzo 2014, n.23 che ha conferito una delega al Governo per la realizzazione di un sistema fiscale più equo, trasparente ed orientato alla crescita.<br>Il secondo capitolo tratta dell’abrogazione dell’art. 37-bis d.p.r. 600/73 e del nuovo art. 10-bis L. 212/2000. Dopo aver sinteticamente commentato il contenuto dell’art. 37-bis con le relative espressioni utilizzate per definire l’istituto dell’abuso del diritto, si giunge al tema centrale dell’intero lavoro allegato: il nuovo art. 10 bis. Il capitolo affronta un’analisi dettagliata del contenuto della novella comma per comma, della nuova veste data dal legislatore alle pratiche elusive e delle definizioni utilizzate per tentare di chiarire il concetto di “abuso”.<br>Il terzo capitolo affronta un’altra novità legislativa, legata all&#39;istituto dell’interpello. Il D.Lgs 156/2015 ha profondamente modificato l’intera disciplina degli interpelli tributari ed il nuovo articolo 11, comma 1, dello Statuto analizza le varie tipologie di interpello raggruppandole in tre diverse categorie (ordinario, probatorio, anti abuso) e nei paragrafi successivi, per esigenze di completezza, si fa un accenno anche ad altre tipologie contenute però in diverse fonti normative.<br>Il quarto ed ultimo capitolo contestualizza tutto ciò che è stato esposto precedentemente ed affronta le questioni ermeneutiche relative al tema trattato. La codificazione dell’abuso del diritto non è esente da contraddizioni e incertezze e gli interpreti sono alla continua ricerca di una soluzione più coerente e soprattutto a favore del contribuente. Il capitolo è intitolato “le questioni interpretative aperte” proprio per sottolineare i limiti e le criticità dei nuovi interventi legislativi e l’esigenza di maggiore chiarezza.<br>
File