ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06262015-155802


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
PALAGI, SAMANTHA
URN
etd-06262015-155802
Title
Progettazione e sintesi di nuovi derivati indazolo [2,3-a]chinazolin-5(6H)-onici quali inibitori della Top1
Struttura
FARMACIA
Corso di studi
FARMACIA
Commissione
relatore Prof.ssa Taliani, Sabrina
relatore Dott. Robello, Marco
Parole chiave
  • Top1
  • Inibitori Top1 non CPT-simili
  • Effetto Antiproliferativo
Data inizio appello
15/07/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
<br>Le DNA-topoisomerasi (Top) sono enzimi essenziali per la mediazione di modifiche topologiche a livello del DNA durante importanti processi cellulari vitali, quali duplicazione, trascrizione, riparazione, ecc. Le topoisomerasi sono classificate in tipo I (Top1) e tipo II (Top2), a seconda del loro meccanismo d’azione. In particolare, la Top1 rilassa i superavvolgimenti del DNA formando rotture transitorie a livello di un singolo filamento, mediando la rotazione del filamento integro attorno a questo e unendo nuovamente le estremità interrotte. Durante questo processo l’enzima è vulnerabile ad una classe di farmaci antitumorali, i veleni della Top1: essi intrappolano reversibilmente il complesso di clivaggio Top1-mediato provocando così rotture irreversibili nella doppia elica, con conseguente attivazione di apoptosi e blocco del ciclo cellulare. Il capostipite di questa classe è la camptotecina (CPT); da questa sono nati poi due derivati analoghi, topotecan e irinotecan, attualmente in uso clinico. Successivamente sono stati ricercati ulteriori composti, più stabili e dal profilo di tossicità e farmacocinetica/dinamica migliore a struttura non CPT-simile, come le fenantridine e le indenoisochinoline. Gli obiettivi di questo lavoro di tesi sono stati la progettazione e la sintesi di una nuova serie di derivati a struttura indazolo[2,3-a]chinazolin-5(6H)-onica recanti in posizione 9 un idrogeno o un alogeno e diverse combinazioni di catene amminoalcooliche in posizione 5, quali nuovi inibitori della Top1 con effetto antiproliferativo.<br>
File