ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06252019-203919


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
BALDACCI, BENEDETTA
URN
etd-06252019-203919
Title
Fibrosi Retroperitoneale Idiopatica: clinica, imaging e sierologia
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Supervisors
relatore Prof.ssa Migliorini, Paola
Parole chiave
  • glicosilazione anticorpi
  • fibrosi retroperitoneale IgG4 correlata
  • malattia di Ormond
  • malattia IgG4 correlata
  • fibrosi retroperitoneale
Data inizio appello
16/07/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Riassunto analitico
La Fibrosi Retroperitoneale Idiopatica è una patologia rara caratterizzata dallo sviluppo di un tessuto fibro-infiammatorio nella regione retroperitoneale che può arrivare a intrappolare e occludere gli ureteri determinando idronefrosi e insufficienza renale.
Alcune forme di Fibrosi Retroperitoneale possono essere incluse nel contesto della Malattia IgG4-correlata.
Nel nostro studio abbiamo analizzato le caratteristiche cliniche, sierologiche, di imaging e istologiche di due gruppi di pazienti con diagnosi l’uno di Fibrosi Retroperitoneale IgG4-correlata, l’altro di Fibrosi Retroperitoneale non IgG4-correlata.
Abbiamo inoltre analizzato l’espressione di quattro diversi pattern di glicosilazione anticorpale nei due gruppi e li abbiamo messi a confronto con un gruppo di soggetti sani e un gruppo di soggetti affetti da IgG4-RD. Tale valutazione è stata fatta attraverso un test ELISA basato sulle lectine biotinilate.
Da questo studio è emerso che i due gruppi di Fibrosi Retroperitoneale non presentavano differenze statisticamente significative in tali caratteristiche.
Sono stati rilevati un aumento dei residui glicidici fucosilati negli anticorpi dei soggetti con Fibrosi Retroperitoneale non IgG4-correlata rispetto ai soggetti sani,una riduzione della galattosilazione negli anticorpi dei soggetti con Fibrosi Retroperitoneale IgG4-correlata e con IgG4-RD, una correlazione tra il SUVmax e la creatinina.
File