ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06192016-101847


Thesis type
Tesi di specializzazione (4 anni)
Author
MARGOTTI, SIMONE
URN
etd-06192016-101847
Title
18F-FDG PET/TC nel carcinoma mammario invasivo: correlazione fra parametri metabolici semiquantitativi e fattori prognostici clinico-patologici.
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA NUCLEARE
Commissione
relatore Prof. Volterrani, Duccio
relatore Dott.ssa Chiacchio, Serena
Parole chiave
  • PET/TC
  • parametri metabolici semiquantitativi
  • sottotipi molecolari
  • Carcinoma duttale infitrante della mammella
  • [18F]-FDG
Data inizio appello
06/07/2016;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il carcinoma della mammella (CM), esclusi i tumori cutanei, è la neoplasia più frequente nel sesso femminile la cui variante più rappresentata è il carcioma duttale infiltrante. A partire dal 2012 i CM cono stati suddivisi in sottotipi molecolari.<br>Scopo dello studio: l’obiettivo di questo studio è stato quello di correlare i diversi fenotipi molecolari con i parametri metabolici semiquantitativi di uptake di [18F]-FDG ottenuti tramite esami PET/TC.<br>Materiali e metodi: sono stati studiati retrospettivamente 58 pazienti affette da carcinoma duttale infiltrante della mammella che avevano eseguito un esame PET/TC con [18F]-FDG in fase di stadiazione. I CM erano stati esaminati dal punto di vista istologico-molecolare per la ricerca dei recettori per estrogeni (ER) e progesterone (PgR), per la valutazione dell’espressione del fattore di crescita epidermico umano (HER2) e dell’indice di proliferazione (Ki67). <br>I CM sono stati così classificati in 5 sottotipi molecolari: Luminal A, Luminal B-HER2(-), Luminal B–HER2(+), HER2 (+) e triplo negativo o basal like. <br>È stata così studiata la correlazione fra i principali parametri metabolici semiquantitativi ottenuti a livello delle lesioni primitive (SUVmean, SUVmax, MTV e TLG) ed i sottotipi molecolari. Inoltre è stato introdotto un nuovo parametro metabolico noto come Specific Breast Uptake Ratio (SBUR) al fini di correggere l’attività metabolica rilevata a livello delle lesioni mammarie per la fisiologica attività di fondo.<br>Risultati: Lo studio ha evidenziato valori di TLG significativamente più alti nel gruppo delle pazienti con neoplasie triplo-negative rispetto a tutte le altre con CM appartenenti alle categorie Luminal individuando dei valori soglia di TLG, SUVmax e SUVmean nell’identificazione dei CM TN. Inoltre valori di SUVmax e SUVmean significativamente più elevati sono stati risconrati nella pazienti con neoplasie TN rispetto a quelle con CM luminal B-HER2(-) e luminal B-HER2(+). SUVmax, TLG e SBUR sono risultati significativamente più elevati nelle pazienti con CM no esprimenti ER e ad elevato grading rispetto a quelle con CM esprimenti ER ed a basso grading.<br>Nessun relazione statisticamente significativa è stata riscontrata fra lo SBUR ed i vari sottotipi molecolari così come per tutti i parametri metabolici semiquantitativi se studiati in funzione dell’espressione di HER2. Inoltre nessuna differenza statisticamente significativa, in termini di uptake glucidico, è stata riscontrata fra le pazienti in premenopausa e quelle in menopausa.<br>Conclusioni : l’uso dei parametri metabolici semiquantitativi ottenuti mediante esami PET/TC con [18F]-FDG può essere utile ai fini terapeutico-prognostici nel management delle pazienti affette da carcinoma duttale infiltrante della mammella anche se ulteriori studi sono necessari per meglio correlare i diversi sottotipi molecolari con l’attività metabolica glucidica.<br>
File