ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06182015-091227


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
MATTEUCCI, SILVIA
URN
etd-06182015-091227
Title
IL VILLAGGIO DELL'APPRENDIMENTO: progettazione architettonica di una scuola elementare e studio dell'architettura degli interni
Struttura
INGEGNERIA DELL'ENERGIA, DEI SISTEMI, DEL TERRITORIO E DELLE COSTRUZIONI
Corso di studi
INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA
Commissione
relatore Arch. Lanini, Luca
relatore Arch. Taddei, Domenico
relatore Ing. Galantini, Paolo
correlatore M. d'A. Martini, Andrea
Parole chiave
  • scuola elementare
Data inizio appello
16/07/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Oggetto di questa tesi di laurea è la progettazione architettonica di una nuova scuola<br>primaria in via Ferraris a Vado Ligure, in provincia di Savona.<br>Questo lavoro è scaturito dall&#39;uscita di un concorso di idee per la progettazione di un<br>nuovo polo scolastico-educativo (art. 108 D.Lgs. 163/06) da parte del Comune di Vado<br>Ligure, in Provincia di Savona.<br>Dalle richieste del concorso di idee, si è deciso di sviluppare un progetto preliminare<br>per il lotto con gli obbiettivi e i dimensionamenti fissati dal bando per gli edifici richiesti, e<br>di sviluppare in modo più approfondito il progetto della scuola primaria.<br>Per definire le strategie di progetto da adottare, è stata effettuata un’analisi dell’area dalla<br>quale sono emerse esigenze e criticità del quartiere.<br>A scala urbana, si è pensato di realizzare un parcheggio sotterraneo, in modo che la<br>popolazione potesse accedere nella piazza “civic center”, per poi accedere ai vari edifici.<br>Al centro delle strategie progettuali c’è il bambino, che diventa il vero committente, ossia il<br>soggetto di cui soddisfare esigenze e desideri. Si è cercato quindi di realizzare nella scuola<br>primaria un ambiente confortevole e sicuro in cui i bambini si sentano a proprio agio.<br>A scala architettonica si è pensata a una distribuzione degli spazi che permetta di sfruttare<br>a pieno le potenzialità degli ambienti attraverso una collocazione delle funzioni attorno au<br>un patio centrale. Inoltre è stato studiato uno schema distributivo in linea con le esigenze<br>dei nuovi modelli pedagogici: aule, laboratori, spazi per l’apprendimento di gruppo e del<br>singolo studente. Ogni scelta adottata vuol far si che tutto l’edificio diventi fonte di<br>insegnamento per i bambini, una sorta di villaggio dell’apprendimento.<br>Nel mentre si è portato avanti il discorso tecnologico, attraverso la scelta accurata dei<br>materiali idonei all&#39;edilizia scolastica, con particolare attenzione all&#39;auditorium.
File