ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06122011-195406


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
BERTI MANTELLASSI, CHIARA
URN
etd-06122011-195406
Title
Apollo, la Musica e la Geometria da Batoni: storia, diagnostica e restauro.
Struttura
INTERFACOLTA'
Corso di studi
STORIA DELL'ARTE
Commissione
relatore Prof.ssa Gioli, Antonella
correlatore Prof.ssa Colombini, Maria Perla
correlatore Dott. Legnaioli, Stefano
Parole chiave
  • copia
  • Batoni
  • diagnostica
Data inizio appello
04/07/2011;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
04/07/2051
Riassunto analitico
La tesi, che ha come oggetto lo studio di una copia da Batoni Apollo, la Musica e la Geometria, si articolerà in una prima parte storico-artistica nella quale verrà ripercorsa la storia dell’originale nel tentativo di chiarire meglio la genesi della copia anche attraverso lo studio della bottega di Batoni.<br>Seguirà una seconda parte dedicata alla diagnostica non invasiva (infrarosso, infrarosso in falso colore, fluorescenza ultravioletta e colorimetria) .<br>Una terza parte tratterà delle analisi effettuate sui campioni prelevati dall’opera.<br>La diagnostica è stata resa possibile da uno stage durato alcuni mesi (luglio-dicembre 2010) presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa - Istituto di Chimica dei Composti Organo-Mettalici (ICCOM). Attraverso questo tirocinio è stato per me possibile conoscere, grazie all’aiuto del Dott. Stefano Legnaioli e del Dott. Vincenzo Palleschi responsabile del Laboratorio di Spettroscopia Laser Applicata, alcune tecniche non invasive come la riflettografia, il falso colore, la colorimetria, la spettroscopia Raman, e tra le tecniche invasive la L.I.B.S (Laser Induced Breakdown Spectroscopy). Per le analisi chimiche devo ringraziare la Dott.ssa Ilaria Degano della Facoltà di Chimica dell’Università di Pisa che ha analizzato i campioni attraverso la spettrofotometria infrarossa in trasformata di Fourier, la spettrometria di massa ad introduzione diretta, la pirolisi accoppiata alla gas cromatografia con spettrometria di massa e la gas cromatografia accoppiata alla spettrometria di massa.<br>Conclude una quarta parte dedicata allo stato di conservazione del dipinto e alla descrizione delle fasi dell’intervento di restauro cui è stato sottoposto il quadro. <br><br><br>
File