ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06112019-110328


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
BECHINI, LEONARDO
URN
etd-06112019-110328
Title
La teoria dei cicli lunghi: un'analisi dell'egemonia nelle Relazioni Internazionali
Struttura
SCIENZE POLITICHE
Corso di studi
STUDI INTERNAZIONALI
Supervisors
relatore Prof. Pizzimenti, Eugenio
Parole chiave
  • George Modelski
  • egemonia
  • concentrazione sistemica
  • cicli lunghi
  • potenza marittima
  • relazioni internazionali
Data inizio appello
01/07/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Data di rilascio
01/07/2089
Riassunto analitico
Il presente lavoro si propone di analizzare la questione dell’egemonia nelle Relazioni Internazionali dando particolare rilievo alla ricostruzione della teoria dei cicli lunghi di G. Modelski della quale vengono messe in evidenza sia le caratteristiche teoriche sia le peculiarità empiriche.
Il primo capitolo verte sul dibattito teorico relativo alla definizione del concetto di struttura del sistema internazionale così come definito dalla dottrina neorealista di K. Waltz, in particolare facendo riferimento alla contrapposizione fra la nozione di anarchia internazionale e concentrazione della potenza. Attenzione viene posta sulla questione della concentrazione della potenza come fenomeno egemonico, ovvero non come carattere deviante ma come fenomeno processuale del sistema internazionale, relativo alle relazioni le unità del sistema stesso.
Il secondo capitolo analizza approfonditamente la teoria dei cicli lunghi, trattando i concetti di differenziazione funzionale, di derivazione sociologica, e di ciclicità del sistema internazionale, tema affrontato da tradizioni teoriche trasversali alle scienze sociali. Vengono trattate le interpretazioni storiche relative alla ciclicità del mutamento del sistema internazionale e le relative critiche condotte su basi empiriche.
Il terzo capitolo affronta le questioni relative al contesto strategico entro cui la teoria dei cicli lunghi si muove, facendo particolare riferimento al concetto di potenza marittima formulato da A. Mahan e ai criteri di operazionalizzazione della stessa, così come espressi da G. Modelski e W. Thompson. Viene, inoltre, affrontata l’analisi empirica della potenza marittima nel periodo successivo a quello considerato dai due autori (1995-2019), cercando di spiegare l’andamento del sistema internazionale e, in particolare, tenendo in considerazione la dicotomia fra egemonia statunitense e deconcentrazione della potenza.
File