ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06082018-133025


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
CHETTA, MELISSA
URN
etd-06082018-133025
Title
Efficienza ed economicità nella gestione della raccolta dei rifiuti solidi urbani. Un progetto aziendale
Struttura
ECONOMIA E MANAGEMENT
Corso di studi
STRATEGIA, MANAGEMENT E CONTROLLO
Commissione
relatore Prof. Castellano, Nicola Giuseppe
Parole chiave
  • ricavi
  • costi
  • economicità
  • efficienza
  • materiali riciclabili
Data inizio appello
02/07/2018;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il primo capitolo di questo lavoro propone inizialmente una descrizione dei rifiuti, proponendo alternative diverse di tale concetto e una possibile classificazione dei rifiuti ed infine un excursus della normativa europea e nazionale sulla politica ambientale sui rifiuti che ne regola la gestione. In particolare, è stata esposta la nuova direttiva europea e il D.Lgs. 156/2006 approfondendo i compiti che spettano alle Regioni, alle Province e ai Comuni.<br>Il secondo capitolo analizza la produzione e la gestione dei rifiuti in Europa e in Italia. Secondo quanto riportato dall’EUROSTAT (Ufficio Statistico dell’Unione Europea) la produzione annua dei rifiuti urbani in Europa è stimata pari circa a 2,5 miliardi di tonnellate, equivalenti a 0,5 tonnellate di rifiuti pro capite. Tutti questi rifiuti, senza ombra di dubbio, producono impatti di ampia portata che non si limitano all’ambiente.<br>Nel terzo capitolo si propone un’analisi sul settore delle aziende dei servizi, in particolare Amia, se ne identificano i tratti distintivi, il concetto di servizio e le implicazioni sulla gestione e sul processo produttivo.<br>Il quarto capitolo introduce il vero e proprio oggetto della tesi che è il progetto di analizzare e valutare l’efficienza del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Attraverso un’analisi dettagliata delle differenze in termini di costi e benefici tra la raccolta tradizionale con cassonetti stradali e la raccolta porta a porta (PAP). La distinzione tra i due diversi tipi di raccolta (PAP e tradizionale) è necessaria al fine di valutarne i costi: mentre per la raccolta tradizionale viene stabilito un corrispettivo in base alla quantità e qualità del rifiuto, nella zona del PAP il compenso va in base al numero di utenti serviti.<br>In seguito all’analisi dei costi del servizio, il lavoro svolto propone di sviluppare un allargamento delle frazioni territoriali del Comune di Carrara, servite dal Porta a Porta, con l’esclusione delle zone a monte che per la quantificazione dei costi del servizio stesso risultano aree critiche.<br>
File