ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06062019-220239


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
BERNARDINI, LUCREZIA
URN
etd-06062019-220239
Title
Ricerca sierologica e molecolare di Suid Herpesvirus in popolazioni di cinghiali in Centro Italia
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Supervisors
relatore Mazzei, Maurizio
Parole chiave
  • SuHV-1; Cinghiale; Toscana; ELISA; PCR; Aujeszky
Data inizio appello
28/06/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Riassunto analitico
La malattia di Aujeszky, sostenuta da Suid Herpesvirus-1, ha diffusione e importanza mondiale nei suini domestici e selvatici. La presenza del virus nei cinghiali rappresenta un possibile ostacolo all’eradicazione della malattia nei suini domestici in molte nazioni tra cui l’Italia. Definire con chiarezza la prevalenza dell’infezione e il ruolo epidemiologico del cinghiale caratterizzando i ceppi circolanti, assume quindi una grande importanza al fine di trovare indicazioni per prevenire problemi sanitari e fornire strumenti con i quali tracciare eventuali ricadute in suini allevati o altro bestiame.
Scopo dello studio è quello di condurre una ricerca sierologica e molecolare di SuHV-1 in popolazioni di cinghiali in centro Italia.
Campioni di sangue, linfonodi meseraici ed inguinali superficiali, sono stati prelevati durante il periodo di caccia al cinghiale in battuta, compreso tra il 1° Novembre 2018 e il 31 Gennaio 2019, nelle province di Grosseto, Siena, Pisa e Livorno.
Dei 104 sieri impiegati per l’indagine sierologica 47 (45,2%) sono risultati sierologicamente positivi. Non sono state riscontrate differenze significative di sieroprevalenza in base alla zona e al sesso; variazione significativa risulta invece presente in relazione alla classe di età, con elevata sieropositività dei soggetti adulti.
I geni ul27 (gB), ul44 (gC) ed us8 (gE), codificanti per glicoproteine dell’envelope virale, sono stati ricercati tramite PCR in DNA estratto da linfonodi dei soggetti sieropositivi. Dei prodotti della PCR sottoposti a sequenziamento 13 sono stati confermati all’analisi di sequenza, da questi sono state ottenute 2 sequenze consensus (gB) utilizzate per generare alberi filogenetici.
Dalla ricerca sierologica emerge quindi come il virus sia ampiamente diffuso fra i cinghiali in centro Italia; la maggior sieroprevalenza nei soggetti adulti testimonia il carattere endemico della malattia.
La ricerca molecolare, in relazione alla qualità dei campioni a disposizione, è risulta complessa, ma ha comunque permesso di confermare la presenza del virus in animali con infezione latente. Le analisi filogenetiche hanno permesso di identificare il virus circolante nella popolazione di cinghiali come Suid Herpesvirus -1.
File