ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05202014-123857


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
CASSIANI, LUCA
URN
etd-05202014-123857
Title
REGISTRAZIONE HOLTER NEL CAVALLO: DUE METODICHE A CONFRONTO
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
correlatore Prof. Corazza, Michele
relatore Dott.ssa Sgorbini, Micaela
Parole chiave
  • artefatti
  • elettrodi
  • Holter
  • elettrocardiografia
  • cavallo
Data inizio appello
06/06/2014;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Scopo. La diagnosi elettrocardiografica nel cavallo è un esame molto importante per valutare l’attività elettrica del cuore. E’ noto che le problematiche cardiache, soprattutto le aritmie, sono una causa di poor performance nei cavalli sportivi. Per diagnosticare tali patologie è essenziale l’esecuzione di un elettrocardiogramma sotto sforzo. Tale esame è possibile effettuarlo tramite l’elettrocardiografia dinamica Holter. In letteratura sono riportati diverse modalità di posizionamento degli elettrodi per effettuare un questo tipo di esame. Con il nostro studio abbiamo voluto confrontare le due metodiche relativamente alla durata del mantenimento nella posizione di registrazione degli elettrodi e la presenza di artefatti nel tracciato. <br>Materiali e metodi. Per questo studio sono state utilizzate 10 cavalle trottatrici appartenenti al nostro Dipartimento. Le cavalle sono state suddivise random in due gruppi da 5 soggetti ciascuno ed è stato quindi montato l‘holter secondo le due metodiche. Circa 1 ora prima della fine delle 24 ore di registrazione le cavalle sono state sottoposte ad uno sforzo aerobio di 15 minuti. I parametri utilizzati per confrontare le due metodiche sono stati: 1) il numero di elettrodi che si sono staccati dalla posizione di registrazione alla fine delle 24 ore, 2) il numero di artefatti nei 15 minuti di tracciato relativo all’esercizio e 3) il numero di ore registrate; 4) la percentuale degli artefatti e 5) la percentuale di elettrodi staccatisi rispetto a quelli inizialmente posizionati. E’ stata applicato il Mann-Whitney test per verificare differenze tra i 2 gruppi relativamente ai 3 punti analizzati. <br>Risultati. L’analisi statistica ha messo in evidenza differenze statisticamente significative tra il gruppo 1 e il gruppo 2 per quanto riguarda il numero di ore registrate (h), la durata degli artefatti e la percentuale di artefatti.<br>Discussione e conclusioni. La metodica a 4 elettrodi sembra essere migliore per la registrazione di un ECG sotto sforzo, mentre quella a 7 elettrodi è più utile se lo scopo è la registrazione di un tracciato basale. <br>Abstract <br>Key word: horse, electrocardiography, Holter, electrodes, artifacts.<br>Aim. The electrocardiography in the horse is an important exam to evaluate the cardiac electric activity. Arrhythmias are considered the third cause of poor performance in the athlete horse. Arrhythmias that are manifested during the exercise need to diagnose with the Holter dynamic procedure. The aim of this study was to test different procedures to use the electrodes during a Holter test. In particular the authors used to different methods proposed by others. <br>Material and methods. Ten standardbred female horses were included in the present study. The subjects were divides randomly in two groups For this purpose we studied 10 horses divided in two groups and an Holter test was evaluated using two different procedures. Holter electrocardiography was registered for a total of 24 hours. At 23th hour, fifteen minutes of aerobic exercise was performed. Every trace was evaluated for: 1) the number of electrodes still in situ; 2) the number of artifacts present on the ECG trace during the 15 minutes of exercise; 3) the number of registered hours within the 24 hours; 4) the prevalence of artifacts; 5) the percentage of electrodes still attached at the end of the 24 hours ECG.<br>Results. Statistical differences between group 1 and 2 were obtained for the number of artifacts present on the ECG trace during the 15 minutes of exercise, the number of registered hours within the 24 hours and the prevalence of artifacts. <br>Discussion and conclusions. Our results showed a better performance using the 4 electrodes procedure during the exercise because a lower number of artifacts are present within the 15 minutes exercise ECG, while the 7 electrodes method is better if basal ECG is needed.<br><br>
File