ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05182015-112016


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
LAZZAROTTI, CAMILLA
URN
etd-05182015-112016
Title
Immunolocalizzazione delle cellule del sistema immunitario in camosci affetti da rogna sarcoptica, altre parassitosi cutanee e soggetti di controllo.
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
relatore Prof. Poli, Alessandro
controrelatore Prof.ssa Abramo, Francesca
correlatore Dott. Papini, Roberto Amerigo
Parole chiave
  • camoscio
  • rogna sarcoptica
  • immune cells
  • parassitosi cutanee
Data inizio appello
05/06/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
<br>RIASSUNTO<br>Il camoscio (Rupicapra rupicaprae) è un ruminante selvatico tipico delle zone di alta montagna, appartenente alla Famiglia dei Bovidi, Sottofamiglia Caprinae. La rogna sarcoptica del camoscio è una malattia parassitaria sostenuta dall’acaro Sarcoptes scabiei var. rupicaprae e rappresenta una delle più gravi patologie di tale specie. <br>Oggetto della presente tesi è stato l’immunolocalizzazione delle cellule del sistema immunitario nei principali organi linfoidi del camoscio. In particolare, è stata valutata la reattività di anticorpi anti-CD3, CD4, CD8, CD21, CD79αcy, CD68 e Foxp3 nei confronti delle cellule immunitarie di camoscio in linfonodi e milza, utilizzando due diversi metodi di fissazione.<br>Successivamente sono state studiate le lesioni cutanee di camosci provenienti dagli areali di Belluno, Lecco e Val D’Ossola individuando due gruppi di animali: camosci con rogna sarcoptica (con diversa gravità di lesioni), camosci affetti da altra ectoparassitosi; un terzo gruppo era costituito da animali non affetti da parassitosi cutanee scelti come soggetti di controllo. Con i protocolli di immunoistochimica, precedentemente testati, è stata valutata la risposta immunitaria a livello cutaneo dei camosci dei tre diversi gruppi di soggetti.<br> La distribuzione delle cellule immunitarie negli organi linfoidi di camoscio è risultata analoga a quella riscontrata in altri ruminanti domestici e selvatici. La fissazione in sali di zinco ha permesso di identificare un maggior numeri di epitopi cellulari. Infatti cellule CD21+e CD4+ sono risultate rilevabili solo in tessuti fissati in sali di zinco, come pure una percentuale maggiore di cellule CD68+.<br>Le indagini condotte per caratterizzare le lesioni dermatopatologiche hanno rilevato come le lesioni cutanee (croste e alopecia) siano più gravi negli animali affetti da rogna sarcoptica rispetto a quelli affetti da altra parassitosi, così come il numero di acari è significativamente maggiore in tali soggetti. In entrambe le parassitosi si rileva la presenza di eosinofilia e linfocitosi cutanea. In particolare, nei soggetti affetti da rogna sarcoptica, si osservano percentuali più alte di linfociti T CD3+ e macrofagi, mentre nelle altra parassitosi si rileva una percentuale più alta di linfociti B CD79+ . <br>Tra i camosci affetti da rogna sarcoptica non sono state osservate importanti differenze nella distribuzione percentuale delle diverse cellule infiammatorie in animali con lesioni cutanee di gravità diversa. <br><br>ABSTRACT<br>Alpine chamois (Rupicapra rupicaprae) is a wild ruminant belong to Bovidae family, subfamily Caprinae that lives in high mountain habitats. Sarcoptic mange caused by Sarcoptes scabiei var. rupicaprae is a severe disease that can this species.<br>The aim of this study was to identify and immunolocalize different chamois immune cell subtypes in lymph nodes and spleen with using antibodies against CD3, CD4, CD8, CD21, CD79αcy, CD68 e Foxp3 epitopes on tissue fixed both with formalin and zinc salts fixatives. Moreover, cutaneous lesions have been studied in chamois from different regions of Italian Alps. Particularly, three groups of animals have been identified: animals with sarcoptic mange (with different severity of lesions), animals with other cutaneous parasitic infection, and healthy animals. With the previously tested immunohistochemical techniques, inflammatory infiltrates have been evaluated in all animals of these three groups. <br>The reactivity and distribution of immune cells in lymph nodes and spleen were similar to those described in other domestic and wild ruminants. Zinc salts fixative allowed a wider detection of cell surface epitopes. Indeed, the specific labelling of CD4 and CD21-positive cells were retrieved only in ZSF tissues and higher percentages of CD68-positive cells were detected on zinc salts fixed tissues.<br>Cutaneous lesions (crusts and alopecia) and the number of mites were more severe and numerous in sarcoptic mange-infected chamois than in subjects with other parasitic infection. High percentages of lymphocytes and eosinophils were presents in the dermis of animals with sarcoptic mange and animals with other parasite. In sarcoptic mange animals, higher percentages of CD3-positive lymphocytes were present, whereas in other parasite diseases high percentages of CD79-positive lymphocytes were observed. No significant differences in the percentage of inflammatory cells were detected in sarcoptic mange-affected subjects with different grading of cutaneous lesions. <br>
File