ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05162014-114817


Thesis type
Tesi di specializzazione (4 anni)
Author
RUGGIERO, ELISA
URN
etd-05162014-114817
Title
Prestazioni di assistenza sanitaria garantite dal SSN: l'assistenza integrativa e l'assistenza protesica.
Struttura
FARMACIA
Corso di studi
FARMACIA OSPEDALIERA
Commissione
relatore Corona, Tiberio
correlatore Vannozzi, Antonella
relatore Prof.ssa Breschi, Maria Cristina
Parole chiave
  • livelli essenziali di assistenza
  • assistenza protesica
  • assistenza integrativa
Data inizio appello
09/06/2014;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
I Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), vale a dire le prestazioni e i servizi che il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è tenuto a fornire a tutti i cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket), con le risorse pubbliche raccolte attraverso la fiscalità generale, sono stati definiti con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 29 novembre 2001, entrato in vigore il 23 febbraio 2002. All’interno dell’area dell’assistenza distrettuale dei LEA si trovano l’assistenza integrativa e l’assistenza protesica. Il SSN garantisce l'assistenza protesica, inclusa nei LEA e regolamentata dal Decreto ministeriale n. 332 del 1999, erogabile sotto forma di presidi sanitari, quali appunto protesi e ausili, dettagliatamente elencati in un Nomenclatore Tariffario, tali dispositivi, ritenuti indispensabili, possono essere forniti gratuitamente alle persone che ne hanno necessità dalla propria Azienda Sanitaria Locale (ASL). Mentre negli articoli dal 10 al 14 del DPCM del 29 novembre 2001 vengono riportate le linee guida per l’assistenza integrativa per le prestazioni che comportano l’erogazione dei dispositivi medici monouso, dei presidi per diabetici e dei prodotti destinati ad un’alimentazione particolare (DM 8.6.2001, DM 332/99, L.115/87, DGRT 503/96, ecc). L’erogazione di ausili, presidi e prodotti dietetici, può essere effettuata utilizzando in via prioritaria il canale distributivo delle farmacie a condizione che i costi e la qualità delle prestazioni rese al cittadino siano complessivamente competitivi con quelli delle strutture delle ASL (DPR 371/98). All’interno della presente tesi è stata condotta una analisi per quantificare l’impegno della ASL 5 di Pisa nella distribuzione del materiale per l’assistenza integrativa.
File