logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-05142021-134427


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
PAGANUCCI, MARTINA
URN
etd-05142021-134427
Thesis title
Il carcere come luogo di negazione dell'affettività
Department
GIURISPRUDENZA
Course of study
GIURISPRUDENZA
Supervisors
relatore Bresciani, Luca
Keywords
  • Covid-19nalizzazione e perdizione.
  • patologie
  • carcere
  • sessualità
  • legami familiari
  • famiglia
  • affettività
Graduation session start date
31/05/2021
Availability
None
Summary
L'elaborato intende analizzare in una prospettiva critica quello che è il problema dell'affettività in carcere, la difficile gestione concreta dei legami familiari e l'inadeguatezza degli istituti preposti a tutela della famiglia. Attraverso un'indagine approfondita si vuole evidenziare quelle che sono le gravi ripercussioni del carcere sulla famiglia e gli effetti negativi delle condizioni detentive sul soggetto recluso: patologie psichiche, metamorfosi dei sensi, malattie fisiche e il grave problema della sessualità negata, che degenerano in depressione, autolesionismo e suicidio. Dalla visione comparatistica delle esperienze europee ed internazionali è possibile riconoscere l'arretratezza ingiustificata del nostro ordinamento. Sebbene la legge penitenziaria persegua l'obiettivo di mantenere e migliorare le relazioni affettive del detenuto, qualificando queste come elemento costitutivo e imprescindibile per la finalità rieducativa della pena e il trattamento risocializzante, le misure previste si rivelano insufficienti, generando al contrario marginalizzazione e perdizione.
File