ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05132015-164036


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
CHIUMIENTO, MARTINA
URN
etd-05132015-164036
Title
Caratteristiche clinico-comportamentali in un campione di pazienti esposti a stress lavoro-correlato
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
PSICOLOGIA CLINICA E DELLA SALUTE
Commissione
relatore Prof. Cristaudo, Alfonso
Parole chiave
  • Stress Lavoro-Correlato
  • Tratti di Personalità Patologici
  • Disturbo dell’Adattamento
  • Disturbi dell’Umore
  • Deficit Cognitivi
Data inizio appello
09/06/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Questo lavoro di tesi nasce con l’idea di ampliare le conoscenze clinico-comportamentali riguardo alle diagnosi di soggetti esposti a stress lavoro-correlato. Per raggiungere tale obiettivo sono stati reclutati i pazienti che hanno fatto richiesta di accertamenti relativi a stress occupazionale tra l’aprile 2013 e l’aprile 2014 presso il “Centro per lo studio dei disturbi da disadattamento lavorativo dell’Ambulatorio di Medicina del Lavoro dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana”. Tali soggetti sono stati selezionati in base alla diagnosi psichiatrica, infatti sono stati presi in analisi solo quelli a cui sono state fatte diagnosi di Disturbi dell’Umore (DU) o Disturbo dell’Adattamento(DDA). Ogni soggetto è stato valutato da un team di medici e psicologi tramite colloqui e somministrazione di test al fine di poter individuare la diagnosi clinica, i profili personologici (Tratti di personalità patologici e Disturbi di personalità), i livelli di stress percepito, la diagnosi eziologica e i deficit cognitivi associati. Queste variabili, analizzate e confrontate tra di loro hanno messo in evidenza che nei due gruppi diagnostici la percezione dello stress lavorativo è sovrapponibile e che i DU si presentano più frequentemente associati a tratti di personalità patologici.<br>Un altro dato di rilevante interesse che è emerso dal nostro studio è la significatività della correlazione tra i livelli di stress percepito e alcune funzioni cognitive (memoria a lungo termine visuo-spaziale, attenzione e funzioni esecutive), misurate con il test della Figura Complessa del Rey e lo Stroop Test, nei soggetti con DDA. La misura delle alterazioni della memoria a lungo termine visuo-spaziale, dell’attenzione e delle funzioni esecutive può fornire un contributo, anche di natura quantitativa, alla diagnosi clinica di DDA.<br>Riteniamo che, nell’ottica di un’interpretazione sull’eziopatogenesi, non tutti i quadri clinici sostenuti dai disturbi dell’umore possano essere inquadrati in maniera unitaria, ma che questi ultimi debbano essere scrupolosamente indagati per individuare le differenti caratteristiche clinico-comportamentali dei vari sottotipi diagnostici.<br>
File