ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05092016-151655


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
RUNFOLA, MASSIMILIANO
URN
etd-05092016-151655
Title
Disegno e sviluppo di nuovi analoghi di sintesi di tironamine endogene quali nuovi agonisti dei recettori TAAR1: valutazione delle loro potenzialità come modulatori dell'espressione genica in modelli cellulari per lo studio dei disturbi neurodegenerativi.
Struttura
FARMACIA
Corso di studi
CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE
Commissione
relatore Prof.ssa Rapposelli, Simona
relatore Prof.ssa Chiellini, Grazia
Parole chiave
  • TAAR
  • T1AM
  • espressione genica
  • U87MG
  • autofagia
  • sintesi
Data inizio appello
08/06/2016;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
08/06/2019
Riassunto analitico
I Traceamine-Associated receptors (TAARs), specificamente attivati dalle ammine traccia (TA), costituiscono una classe di recettori accoppiati a proteine G che è espressa in aree specifiche del sistema nervoso centrale e in alcuni tessuti periferici. Nell’ultimo decennio hanno evidenziato che il sottotipo recettoriale TAAR1, che è accoppiato a proteine Gs, e quindi capace di indurre l’attivazione <br>dell’adenilato ciclasi, rappresenta un target terapeutico innovativo per lo sviluppo di agenti terapeutici utili per il trattamento di patologie neuropsichiatriche e di disordini di tipo metabolico. Nella presente tesi di laurea, l’attività svolta è stata focalizzata su due linee di ricerca specifiche: sintesi di nuovi composti strutturalmente correlati ai composti SG-1 e SG-2 per un ampliamento degli studi SAR su ligandi TAAR1 e sviluppo di nuovi potenziali “tools farmacologici” per lo studio del ruolo fisiologico dei recettori TAAR1; valutazione della potenziale interferenza di agonisti TAAR1 sia endogeni (T1AM) che di nuova sintesi (composti SG-1 e SG-2) nella modulazione della via autofagica attraverso studi di espressione genica (RT-qPCR) in linee cellulari di glioblastoma umano (U87-MG), un modello di<br>scelta per l’investigazione della dinamica del processo autofagico in relazione a disturbi di tipo neurodegenerativo.
File