ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05042016-150546


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
BRACA, ROBERTO
URN
etd-05042016-150546
Title
La depressione nell'anziano: il ruolo dello stress ossidativo
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Mauri, Mauro
Parole chiave
  • depressione
  • anziano
  • stress ossidativo
Data inizio appello
24/05/2016;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Background: La depressione nel paziente anziano è una condizione estremamente comune, associata a un’alta morbilità e mortalità, spesso sottostimata e trattata in modo inadeguato. Da un punto di vista clinico è caratterizzata da un corredo sintomatologico atipico, con prevalenza di umore irritabile piuttosto che francamente triste, associato a deterioramento cognitivo, sintomi psicotici, spiccata componente ansiosa e somatizzazioni ipocondriache. La depressione nell’età senile, specie ad esordio tardivo, è spesso conseguente una patologia cerebrale, più frequentemente con sofferenza vascolare e infiammatoria del sistema nervoso centrale, con alterazione dei “network” nervosi e del metabolismo dei principali neurotrasmettitori. La presenza della condizione pro infiammatoria cronica nel paziente anziano, con relativo sbilanciamento nell’equilibrio nello stress ossidativo è stata considerata negli ultimi anni come una delle basi biologiche di questa forma depressiva.<br>Materiali e metodi: Sono stati reclutati 15 pazienti con diagnosi di episodio depressivo maggiore secondo i criteri del DSM-5. Per ogni paziente sono state raccolte le principali variabili di tipo anagrafico, socio-economico e cliniche, e sono state somministrate le seguenti scale di valutazione: Hamilton Depression Rating Scale (HAM-D); Hamilton Anxiety Rating Scale (HAM-A); Mini–Mental State Examination (MMSE); Geriatric Depression Scale (GDS); Mania Rating Scale (MRS); Reasons for Living Inventory (RFL); Scale for Suicide Ideation (SSI); Activities of Daily Living (ADL); Instrumental Activities of Daily Living (IADL).<br>Ad ogni paziente è stato prelevato un campione di 10 ml di sangue in due provette, una contenente K-EDTA e una contenente litio-eparina. Su tale campione sono stati misurati i seguenti biomarker di stress ossidativo: Prodotti avanzati di ossidazione proteica (AOPP) a valutazione del danno ossidativo alle proteine; Tioli totali, indicativi del potere riducente dei gruppi –SH; Potere Riducente Totale Plasmatico (FRAP) indice del potere antiossidante del plasma; Superossido Dismutasi (SOD) e Catalasi (CAT) indici dell’attività antiossidante enzimatica. I dati biologici così ottenuti sono stati confrontati con quelli di un campione di 15 soggetti sani accoppiati per età e sesso.<br>Risultati: Dalle analisi effettuate, risulta che il valore medio dei livelli plasmatici egli AOPP è significativamente più alto nei pazienti (546 ± 212 nmol ml-1, range: 210-580); i valori plasmatici dei FRAP nei pazienti (0.76 ±0.18 mmol/l, range: 0.58-1.19) non si discosta significativamente da quella del gruppo di controllo; i valori medi dei Tioli totali dei pazienti (0.21 ± 0.024 μmol l-1, range: 0.17-0.26) risultano significativamente più bassi di quelli misurati per il gruppo di controllo; i valori medi della Superossido Dismutasi nei pazienti (9.7 ± 1.3 U ml-1, range: 7.2-11.5) non si discostano significativamente dai valori misurati nel gruppo di controllo; i valori medi dell’attività della Catalasi nel gruppo dei pazienti (22 ± 2.8 nmol/min/ml, range: 18-28) risultano significativamente più bassi di quelli misurati nel gruppo di controllo.<br>Conclusioni: Nei pazienti anziani depressi sono state rilevate valori di AOPP significativamente aumentati, tioli totali significativamente diminuiti e attività di catalasi significativamente diminuita, a riprova dell’alterazione dell’equilibrio nello stress ossidativo sistemico. Ulteriori studi su campioni più ampi saranno necessari per stabilire in maniera più specifica l’entità del rapporto tra depressione e stress ossidativo.
File