ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-05012015-181210


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
TAMAGNINI, SARA
URN
etd-05012015-181210
Title
La restrizione di crescita extrauterina (EUGR) nel neonato very low birth weight: fattori di rischio e strategie preventive
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
correlatore Dott. Ghirri, Paolo
relatore Prof. Boldrini, Antonio
Parole chiave
  • EUGR
  • VLBW
  • Neonato pretermine
Data inizio appello
26/05/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Si definisce restrizione di crescita extrauterina (extrauterine growth restriction, EUGR), il riscontro di parametri auxologici (peso, lunghezza, circonferenza cranica) ≤ 10° percentile rispetto alla crescita intrauterina attesa, considerando come età alla dimissione, l’età postmestruale.<br>I due principali fattori di rischio associati a EUGR sono rappresentati dal basso peso alla nascita e dalla bassa età gestazionale, e questo spiega come mai la restrizione di crescita extrauterina sia una problematica attuale e in aumento: il continuo miglioramento dell’assistenza neonatale porta alla sopravvivenza di neonati di età gestazionale sempre più bassa, mettendo così sempre più in evidenza il fenomeno della restrizione di crescita post-natale in questi neonati. <br>Nel nostro studio abbiamo selezionato una popolazione di neonati con età gestazionale ≤ 32 settimane e con peso alla nascita ≤ 1500 grammi, ovvero neonati very low birth weight (VLBW); tali criteri ci hanno permesso di arruolare 41 soggetti (21 maschi e 20 femmine), con età gestazionale media di 29 settimane e peso medio alla nascita di 1161 grammi. <br>Gli obiettivi della nostra ricerca sono stati: la valutazione dell’incidenza dell’EUGR per peso, lunghezza e circonferenza cranica alla dimissione; la determinazione dei principali fattori di rischio per l’EUGR; la comprensione dei possibili effetti positivi in termini di riduzione dell’incidenza della restrizione di crescita, tramite nuove strategie nutrizionali. <br>
File