ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-04302009-233303


Thesis type
Tesi di dottorato di ricerca
Author
KASTSIUCHENKA, OLGA
email address
kostyuchenkoo@gmail.com
URN
etd-04302009-233303
Title
Parkinsonismo sperimentale e apparato gastrointestinale
Settore scientifico disciplinare
BIO/12
Corso di studi
MORFOLOGIA E FUNZIONE NORMALE E PATOLOGICA DI CELLULE E TESSUTI
Supervisors
Relatore Natale, Gianfranco
Parole chiave
  • malattia di Parkinson
  • apparato gastrointestinale
  • MPTP
  • parkinsonismo
Data inizio appello
01/07/2009;
Consultabilità
Parziale
Data di rilascio
01/07/2049
Riassunto analitico
INTRODUZIONE: La malattia di Parkinson (MdP) è una patologia neurodegenerativa che colpisce i neuroni dopaminergici della sostanza nera, inducendo gravi sintomi motori. I sintomi non motori coinvolgono i visceri di tutti gli apparati e in particolare la muscolatura e le ghiandole del tratto digestivo. Vari studi suggeriscono che i disturbi gastrointestinali possono essere causati da un processo neurodegenerativo del sistema nervoso enterico simile a quello che avviene nel sistema nervoso centrale; tuttavia, i correlati biochimici rimangono per il momento poco studiati.

SCOPO DELLO STUDIO: Lo scopo dello studio è stato quello di riprodurre sperimentalmente nel topo le disfunzioni gastrointestinali della MdP, somministrando 1-metil-4-fenil-1,2,3,6-tetraidropiridina (MPTP), una neurotossina in grado di indurre parkinsonismo. Una volta indotto il danno funzionale, abbiamo analizzato i cambiamenti morfologici e funzionali del sistema nervoso enterico del topo che si riscontrano anche nei pazienti affetti da MdP.

MATERIALI E METODI: Gli esperimenti sono stati condotti su topi C57 Black di 9 settimane che sono stati suddivisi nei seguenti gruppi sperimentali:
- 10 topi iniettati per via intraperitoneale (i.p.) con salina;
- 10 topi iniettati i.p. con MPTP (20 mg/kg x 3, ogni 2 ore).
Per documentare un eventuale cambiamento della motilità intestinale, durante la prima settimana successiva al trattamento è stata monitorata la produzione di feci, la motilità del colon e il consumo di cibo. Dopo una settimana dal trattamento, gli animali sono stati sacrificati mediante decapitazione. I campioni del tratto digerente (esofago, duodeno, stomaco e colon) sono stati rapidamente prelevati e analizzati, per rilevare il danno morfologico tramite indagini istochimiche (colorazione con ematossilina e eosina, impregnazione argentica) e immunoistochimiche per la tirosina idrossilasi (TH), il trasportatore della dopamina (DAT) e il trasportatore della norepinefrina (NET).
I dati ottenuti sono stati analizzati mediante l’analisi della varianza (ANOVA) e il t-test di Student per dati non appaiati, seguiti dal Scheffe post hoc test, quando necessario.

RISULTATI: Nei topi trattati con MPTP si ha una significativa perdita dei neuroni TH-immunopositivi nei plessi enterici a livello del duodeno; un’ulteriore analisi immunoistochimica ha mostrato che la perdita dei neuroni catecolaminergici è soprattutto a carico dei neuroni dopaminergici piuttosto che dei neuroni noradrenergici.
Inoltre, i topi trattati con MPTP hanno mostrato una rallentamento del transito colico (p=0,024) e un’alterazione significativa nella produzione normale di feci (p=0,016) rispetto ai topi trattati con salina; tuttavia il trattamento con MPTP non ha avuto effetto sul consumo di cibo.
Al contrario di quanto osservato nel duodeno, l’immunoistochimica per la TH non ha rilevato nessuna differenza significativa nel numero dei neuroni catecolaminergici a livello dell’esofago, dello stomaco e del colon.


CONCLUSIONI: I risultati ottenuti nello studio sono in linea con quelli riscontrati nei pazienti affetti da MdP, in quanto è stato osservato un rallentamento significativo nel transito intestinale a livello del colon e una denervazione dopaminergica a livello del sistema nervoso enterico. Inoltre, i dati ottenuti forniscono le prove a favore dell’utilizzo del modello sperimentale di MPTP come strumento valido per riprodurre e interpretare le disfunzioni gastrointestinali della MdP.
File