ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-04242020-163010


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
BAROTTI, FRANCESCO
URN
etd-04242020-163010
Title
Risposte di Phoenix dactylifera L. a concentrazioni realistiche e future di ozono.
Struttura
SCIENZE AGRARIE, ALIMENTARI E AGRO-AMBIENTALI
Corso di studi
PRODUZIONI AGROALIMENTARI E GESTIONE DEGLI AGROECOSISTEMI
Supervisors
relatore Pellegrini, Elisa
Parole chiave
  • palma
  • aot40
  • inquinamento
  • ozono
  • p.dactylifera
  • asa
  • glutatione
  • pal
  • danno
  • ossidazione
  • risposte
  • fenoli
  • flavonoidi
  • mda
Data inizio appello
11/05/2020;
Consultabilità
Parziale
Data di rilascio
11/05/2023
Riassunto analitico
Da tempo si sta assistendo a un progressivo innalzamento della presenza di ozono (O3) nella troposfera.
Scopo del lavoro è d’indagare il comportamento di giovani piante di palma da dattero (Phoenix dactylifera L.) esposte in aria ambiente (AO) o a livelli moderati ed elevati d’inquinante (MO e EO), con valori di AOT40 (calcolati dalle 8 alle 20 nel periodo maggio-agosto 2019) di 22,6, 52,8 e 71,4 ppm h, simulando in un sistema aperto (Free-Air Controlled Exposure) esposizioni realistiche e future. Al termine dell’esperimento non sono stati osservati sintomi fogliari attribuibili all’O3. Le piante in MO non hanno mostrato modifiche in termini di biomassa prodotta, ad eccezione della riduzione nella crescita radicale. L’incremento del rapporto tra forma ridotta e ossidata (+25% rispetto ad AO) di acido ascorbico documenta il suo coinvolgimento nella regolazione dello stato redox e nell’induzione di sistemi di difesa. È stato riscontrato un calo della fotosintesi netta, imputabile alla chiusura stomatica (-48%). L’incremento del rapporto tra la forma ridotta e il contenuto totale (+10%) in glutatione dimostra la partecipazione di questo ai processi di trascrizione, traduzione e trasduzione del segnale. EO ha influenzato la via dei fenilpropanoidi, inducendo la sintesi di composti fenolici (+32%) e la riduzione di flavonoidi (-23%) in assenza di stimolazione del pathway biosintetico della fenilalanina ammonio liasi, favorendo così l’acclimatazione delle piante.
File