ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-04242018-094140


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
RODI, CHIARA
email address
c.hiararodi@hotmail.it
URN
etd-04242018-094140
Title
Declinazioni dell'Utilitarismo. La formazione del pensiero politico di Jeremy Bentham
Struttura
SCIENZE POLITICHE
Corso di studi
STUDI INTERNAZIONALI
Supervisors
relatore Prof. Palazzolo, Claudio
Parole chiave
  • Utilitarismo
  • principio di utilità
  • illuminismo
  • Bentham Jeremy
Data inizio appello
14/05/2018;
Consultabilità
Completa
Riassunto analitico
Il presente elaborato è il frutto di un’indagine storico-filosofica dell’opera di Jeremy Ben-tham, fondatore dell’Utilitarismo inglese e oggetto anche di recente di una crescente atten-zione critica nei paesi anglosassoni e in seguito in tutta Europa. Proprio a Bentham si deve infatti la creazione del termine “utilità” e un ruolo centrale nel dibattito che, all’interno dell’Utilitarismo, si sviluppa nelle pagine della “Westminster Review”. Di qui l’impegno a ricostruire le vicende di vita, la filosofia politica e morale, considerata nella sua evoluzione e nel suo punto d’arrivo, quello della democrazia rappresentativa, oltre ad un’analisi della riflessione benthamiana sulla dimensione penale, che da sempre ha occupato un posto im-portante nelle sue opere.
I primi due capitoli sono serviti a ricostruire il contesto storico e culturale nel quale matura la riflessione di Bentham. All’interno del secondo capitolo, in particolare, si è posta l’attenzione sul “principio di utilità” e sul “calcolo felicifico”. Di seguito, è stata presentata la teoria giuridica di Bentham, partendo dalle critiche che Bentham ha rivolto alla filosofia giusnaturalista e a quella prevalente scuola giusfilosofica che privilegiava la tradizione di common law. Nel quarto capitolo è stato analizzato il processo attraverso cui Bentham co-struisce il suo modello di stato democratico, all’interno dell’opera Constitutional Code, e nel Principles of the Civil Code. Infine, oggetto dell’ultimo capitolo è la messa a fuoco del-lo stretto legame esistente in Bentham tra la concezione democratica e la dimensione penale del sistema giuridico: ciò che rinvia alla critica di benthamiana alle pratiche penitenziarie, attraverso la creazione di un modello razionale di “carcere” chiamato Panopticon.
File