logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-04162023-093749


Thesis type
Tesi di dottorato di ricerca
Author
MEZZADRI, VALENTINA
URN
etd-04162023-093749
Thesis title
Impiego del laser a diodi in chirurgia oftalmica veterinaria
Academic discipline
VET/09
Course of study
SCIENZE VETERINARIE
Supervisors
tutor Prof. Barsotti, Giovanni
Keywords
  • cane
  • cat
  • cisti iridea
  • corneal ulcer
  • diode laser
  • dog
  • gatto
  • iris cyst
  • laser a diodi
  • photodynamic therapy
  • terapia fotodinamica
  • terza palpebra
  • third eyelid
  • ulcera corneale
Graduation session start date
05/05/2023
Availability
Withheld
Release date
05/05/2026
Summary
L’obiettivo principale di questa tesi è stato quello di descrivere l’utilizzo del laser a diodi in oftalmologia veterinaria degli animali d’affezione, prendendo in esame soprattutto quelle patologie per le quali la gestione laser è stata scarsamente descritta fino ad oggi, potendone valutare i possibili vantaggi rispetto a tecniche chirurgiche già descritte come efficaci, ma più invasive. Un ulteriore scopo è stato quello di valutare l’efficacia e la sicurezza del trattamento fotodinamico con verde indocianina come terapia adiuvante nella gestione delle ulcere corneali complicate del cane e del gatto e il trattamento delle pigmentazioni iridee sospette di neoplasia melanocitaria nel cane e nel gatto.
Lo studio è stato suddiviso in due fasi: la prima in cui è stato condotto una revisione bibliografica e uno studio retrospettivo sulle patologie oftalmiche candidate a essere trattate con il laser a diodi ma gestite chirurgicamente con tecniche maggiormente invasive, la seconda fase nella quale sono stati stabiliti i protocolli al fine di standardizzare tutte le procedure laser e arruolati i cani e gatti per ognuno dei quali è stata compilata una scheda che ha consentito la raccolta dei dati, aggiornata a ogni visita di controllo.
Sono stati quindi arruolati 57 soggetti trattati con il laser a diodi per la gestione di diverse affezioni oftalmiche che presentavano i criteri di inclusione stabiliti.
La terapia fotodinamica con verde indocianina ha dato risultati promettenti in termini di salvaguardia, sia anatomica che funzionale, del globo in corso di gravi forme ulcerative collagenasiche. Il trattamento ha inoltre determinato una sensibile riduzione nell’utilizzo degli antibiotici rispetto al gruppo di controllo gestito con la sola terapia medica. I trattamenti laser della eversione/inversione del margine libero della terza palpebra e delle cisti iridee si sono mostrati rapidi, efficaci e minimamente invasivi. Il trattamento laser delle pigmentazioni iridee, sospette di neoplasia melanocitaria, è risultato di facile esecuzione, rapido e senza complicazione a lungo termine, anche se non è stato possibile formulare una diagnosi certa della lesione trattata e il follow-up medio per lo sviluppo di eventuali recidive è stato di soli 551 giorni. Il trattamento laser della distichiasi multipla, infine, non sembra, invece, una valida alternativa ad altre terapie chirurgie descritte in letteratura, a causa delle complicanze evidenziate.
In conclusione questo studio ha evidenziato come il laser a diodi trovi applicabilità in oftalmologia veterinaria, oltre al trattamento del glaucoma e del distacco retinico.

The main aim of this study was to describe the use of diode laser in small animal ophthalmology, considering all those pathologies for which laser management has been poorly described to date, and to evaluate the possible advantages of laser treatment compared to surgical techniques already described as effective, but more invasive. A further aim was to evaluate the efficacy and safety of photodynamic therapy with indocyanine green as adjuvant therapy in the management of complicated corneal ulcers in dogs and cats and the laser vaporization treatment of iris pigmentations (suspected to be melanocytic neoplasia) in dogs and cats.
The study was divided into two phases. In the the first phase the bibliographic research and a retrospective study were conducted on ophthalmic pathologies candidate to be managed with the diode laser and usually managed with more invasive surgical techniques. In the second phase laser protocols were standardized and the clinical cases were enrolled.
Fifty-seven subjects treated with diode laser for the management of various ophthalmic diseases that met the established inclusion criteria were selected.
Photodynamic therapy with indocyanine green gave promising results in terms of both anatomical and functional maintenance of the globe in cases of severe melting corneal ulcers. The treatment also resulted in a significant reduction in the use of antibiotics compared to the control group managed with medical therapy alone. Laser treatments of eversion/inversion of the third eyelid margin and iris cysts showed to be rapid, effective, and minimally invasive. The laser treatment of iris pigmentations was easy to perform, quick and without long-term complications, even if it was not possible to formulate a definite diagnosis and the mean follow-up for the development of recurrences was only 551 days. Finally, the laser treatment of multiple distichiasis did not appear to be a valid alternative to other surgical therapies described in the literature, due to the complications highlighted.
In conclusion, this study demonstrated that diode laser has applicability in veterinary ophthalmology in addition to the treatment of glaucoma and retinal detachment.

File