ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-04152018-205019


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
CLASADONTE, LORENZA
URN
etd-04152018-205019
Title
Modellazione CFD per analisi termofluidodinamica dei componenti sottoscocca di una vettura
Struttura
INGEGNERIA CIVILE E INDUSTRIALE
Corso di studi
INGEGNERIA AEROSPAZIALE
Commissione
relatore Prof. Lombardi, Giovanni
Parole chiave
  • galleria del vento climatica
  • termica componenti
  • Alfa Romeo Stelvio
  • CFD
  • analisi termofluidodinamica
  • STAR-CCM+
Data inizio appello
02/05/2018;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il presente lavoro di tesi, svolto presso il dipartimento AeroThermal di Maserati Product Development, ha come obiettivo l’impostazione e l’esecuzione di un’analisi virtuale stazionaria di termica componenti applicata ad una vettura e la comparazione dei risultati in termini di temperature con quelli sperimentali. <br><br>Partendo dalle geometrie CAD della vettura in esame, il suv Alfa Romeo Stelvio 280cv, viene realizzata la mesh prima di superficie e poi di volume e preparato un adeguato modello CFD con particolare dettaglio per i componenti del vano motore e del sottoscocca.<br><br>Viene poi effettuata l’analisi computazionale RANS mediante il software STAR-CCM+ col modello di turbolenza k-epsilon della missione presa in esame.<br>Nel caso specifico, la simulazione replica un test in galleria climatica, che simula la vettura impegnata in una salita con traino al seguito.<br><br>A seguito dei risultati dell&#39;analisi effettuata con coefficienti di primo tentativo, nell’ottica di raggiungere una buona correlazione tra i risultati ottenuti in virtuale e i dati sperimentali disponibili, sono stati effettuati studi di sensibilità ai principali parametri di procedura che regolano il comportamento termico dei componenti monitorati, quali il valore di emissività e di temperatura impostata alle sorgenti termiche. <br><br>Dai risultati ottenuti, si vede come le differenze di temperatura dei componenti di interesse termico lungo tutto l’underbody e l’underhood della vettura risultano essere globalmente accettabili rispetto alle misure sperimentali in galleria del vento climatica, restando entro un target previsto di +/-10%, eccezione fatta per le tubazioni in cui vi è passaggio di fluidi interni, che risultano essere sovrastimate: tali differenze non sono trascurabili e possono essere attribuite alla mancanza di un modello dei fluidi interni, la cui funzione è di asportare una cospicua quantità di calore, abbassandone dunque la temperatura.<br>
File