ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-03242009-155953


Thesis type
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Author
PINNA, MARIA BARBARA
URN
etd-03242009-155953
Thesis title
L'evoluzione dell'architettura fortificata:dal castello al fronte bastionato
Department
LETTERE E FILOSOFIA
Course of study
CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI
Supervisors
Relatore Prof. Milanese, Marco
Keywords
  • bastione
  • rocca
  • fortificazione
  • armi da fuoco
  • trattatisti
Graduation session start date
20/04/2009
Availability
Partial
Release date
20/04/2049
Summary
Riassunto Analitico

La presente tesi espone l'evoluzione che i castelli di età medievale subiscono a partire dal XV secolo in seguito alla nascita di nuove armi di offesa. Con la comparsa della polvere da sparo e conseguente nascita delle armi da fuoco, i vecchi castelli, con torri e mura molto alte non riescono a resistere e vengono distrutti.
Nel cosiddetto periodo di Transizione, che va dalla metà del XV secolo fino ai primi del XVI secolo, si assiste a delle trasformazioni delle fortificazioni, con abbassamento e ispessimento di mura e l'utilizzo dei torrioni tondi agli angoli del perimetro fortificato. Questi cambiamenti, ancora insufficienti, non possono resistere ai colpi di cannone. Così alla fine del XV secolo, i trattatisti che si occupano di architettura militare, dopo varie sperimentazioni, arrivano a teorizzare un nuovo elemento, capace di rispondere alle nuove armi sempre più sofisticate: il bastione. Nel XVI secolo il bastione si impone in tutta Italia, dando inizio a quell'architettura militare alla "moderna",della scuola italiana; da qui si diffonde in tutta Europa, grazie all'apporto di ingegneri militari italiani, che chiamati nelle corti, realizzano fortificazioni con fronte bastionato a pianta pentagonale. Per tutto il XVI secolo l'Italia detiene il monopolio europeo per le realizzazioni del fronte bastionato.
File