ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-03212019-143222


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
PAGANELLI, AURORA
URN
etd-03212019-143222
Title
Valutazione dell'utilizzo e tossicità dei tannini di castagno in vitelli affetti da diarrea neonatale.
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
relatore Dott.ssa Bonelli, Francesca
correlatore Dott.ssa Meucci, Valentina
controrelatore Prof.ssa Sgorbini, Micaela
Parole chiave
  • tannini di castagno
  • metaemoglobina
  • fitoterapia
  • diarrea neonatale
  • vitello
Data inizio appello
12/04/2019;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
12/04/2022
Riassunto analitico
RIASSUNTO
La diarrea del vitello è generalmente causata da agenti infettivi ed è una malattia molto comune nella pratica clinica, portando a sostanziali perdite economiche. I tannini sono noti per le loro proprietà astringenti e antinfiammatorie nel tratto gastroenterico. Gli obiettivi di questo studio erano di valutare l'effetto preventivo sulla diarrea dei vitelli della somministrazione orale di tannini di castagno (Castanea sativa) e la sua eventuale tossicità. Sono stati inclusi quaranta vitelli di femmina frisona italiana e divisi in un gruppo di controllo (C-G) e un gruppo di tannini (T-G). Dal 3 ° giorno di vita (T0) ai 60 giorni successivi (T60), i vitelli del C-G hanno ricevuto 2 L di acqua calda, mentre i vitelli da T-G hanno ricevuto 2 L di acqua calda più 10 g di estratto di tannini di castagno in polvere. I vitelli sono stati pesati alla nascita, T0 e T60. Sono stati registrati l'età di inizio della diarrea (ADO), la durata dell'episodio diarroico (DDE) e la frequenza degli episodi diarroici (FDE). Metaemoglobina plasmatica (MET), albumina plasmatica (ALB), gamma-glutamil transferasi (GGT) e aspartato aminotransferasi (AST) sono stati valutati settimanalmente (T0, T7, T14, T21, T28, T35, T42, T49, T56). È stato eseguito un test t-Student per verificare le differenze tra ADO, DDE, FDE e l'aumento di peso giornaliero (DWG) tra i due gruppi. Un test ANOVA a una via è stato eseguito per valutare le differenze di ALB, GGT, AST e MET durante il tempo in entrambi i gruppi. L'ADO era di 7,7 ± 3,8 giorni per C-G e 12,0 ± 8,2 giorni per C-T con una differenza statisticamente significativa (p = 0,04). Non c'erano differenze riguardo a DDE, FDE e DWG). MET ematica, ALB plasmatica, GGT e AST non hanno mai superato i valori dell'intervallo fisiologico proposti dalla letteratura e non sono state rilevate differenze statisticamente significative tra i due gruppi. I trattamenti fitoterapici per varie malattie sono diventati più comuni sia nella medicina umana che in quella veterinaria, al fine di ridurre la presenza di molecole antibiotiche nella catena alimentare e nell'ambiente. La somministrazione di tannini nei vitelli dal 3 ° giorno di vita sembrava ritardare l'insorgenza della diarrea di quasi 4 giorni, suggerendo un'efficace azione preventiva dei tannini di castagna nel vitello. La letteratura ha dimostrato che dopo l'esordio della diarrea, minori sarebbero le perdite economiche dovute alla malattia. L'uso di tannini di castagna nei vitelli potrebbe rappresentare una strategia preventiva efficace e a basso impatto per la diarrea neonatale.
Parole chiave: vitelli, diarrea, fitoterapia, metaemoglobina tannini castagno

ABSTRACT
Calf diarrhea is generally caused by infectious agents and is a very common disease in bovine practice, leading to substantial economic losses.. Tannins are known for their astringent and anti-inflammatory properties in the gastro-enteric tract The aims of this study were to evaluate the preventive effect on calves’ diarrhea of the oral administration of chestnut tannins (Castanea sativa) and its eventually toxicity. Forty Italian Friesian female calves were included and divided into a Control Group (C-G) and a Tannin Group (T-G). Since the 3rd day of life (T0) to the next 60 days (T60), calves from the C-G received 2 L of warm water, while calves from T-G received in 2 L of warm water plus 10 g of extract of chestnut tannins powder. Calves were weighted at birth, T0 and T60. The age at diarrhea onset (ADO), the duration of diarrheic episode (DDE) and the frequency of diarrheic episodes (FDE) were recorded. Blood methemoglobin (MET), plasmatic Albumin (ALB), Gamma-Glutamyl Transferase (GGT) and Aspartate aminotransferase (AST) were weekly evaluated (T0, T7, T14, T21, T28, T35, T42, T49, T56). A t-Student test was performed to verify differences for ADO, DDE, FDE and daily weight gain (DWG) between the two groups. A One-way ANOVA test has been performed to evaluate the differences of ALB, GGT, AST and MET during time in both groups. The ADO was 7.7±3.8 days for C-G and 12.0±8.2 days for C-T with a statistically significant difference (p=0.04). There were no differences concerning DDE, FDE and DWG). Blood MET, plasmatic ALB, GGT and AST were never over the physiological range values purposed by literature and no statistically significant differences between time were found for both groups. Phytotherapic treatments for various diseases have become more common both in human and in veterinary medicine, in order to reduce the presence of antibiotic molecules in the food chain and in the environment. Administration of tannins in calves since the 3rd day of life seemed to delay the onset of diarrhea by almost 4 days, suggesting an effective preventive action of chestnut tannins in the calf. Literature showed that later the diarrhea onset, lesser would be the economic losses due to the disease. The use of chestnut tannins in calves could represent an effective, low-impact preventive strategy for neonatal diarrhea.
Key words: calves, diarrhea, methaemoglobin, chesnut tannins, fitotherapy
File