ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-03172020-131737


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
BORGHETTO, SHARON
URN
etd-03172020-131737
Title
Complicazioni anestesiologiche in pazienti sottoposti a endoscopie gastrointestinali e biopsie epatiche
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Supervisors
relatore Briganti, Angela
Parole chiave
  • endoscopia
  • complications
  • enteropathies
  • anesthesia
  • dog
  • endoscopy
  • cane
  • anestesia
  • enteropatie
  • complicazioni
Data inizio appello
03/04/2020;
Consultabilità
Completa
Riassunto analitico
Obiettivo: valutazione retrospettiva delle principali complicazioni anestesiologiche nei pazienti sottoposti a endoscopie gastrointestinali e biopsie epatiche.
Materiali e metodi: lo studio è stato condotto valutando le cartelle cliniche dal 2015 al 2020 di tutti i soggetti sottoposti ad anestesia per indagini diagnostiche gastroenterologiche.
I criteri di inclusione erano analisi emato-biochimiche pre e postoperatorie e cartella anestesiologica completa.
Risultati: Nello studio sono sati arruolati 33 cani di varie razze, con un’età media di 5,3 anni, un peso medio di 18,6 kg e una durata media della procedura endoscopica di 72 minuti. I sintomi più spesso riportati sono risultati vomito, melena, diarrea, ascite, dolorabilità addominale, ematemesi. Relativamente ai valori emato-biochimici, non sono state evidenziate sostanziali variazioni, il valore medio di albumina è risultato di 2,9 g/dL, il valore medio delle proteine totali è di 6 g/dL e il valore medio di HCT è di 40,26 %.
Si sono manifestate alcune complicazioni durante l’anestesia ed in particolar modo sono state riscontrate: bradicardia e ipotensione, con un una frequenza del circa 61,11 % per la bradicardia, del 16,66% per l’ipotensione e del 22,22% relativamente alla presenza di ipotensione e bradicardia contemporaneamente.
Conclusioni: Le maggiori complicazioni riscontrate in seguito di endoscopia gastrointestinale e biopsia epatica, eseguite in anestesia generale, sono bradicardia e ipotensione.
Le procedure endoscopiche del tratto digestivo, possono provocare una stimolazione di organi a ricca innervazione parasimpatica, esitando in una riduzione della frequenza cardiaca. Un ostacolo al ritorno venoso del cuore di destra, provocato da un’eccessiva compressione dei vasi splacnici, potenzialmente indotto dall’aria utilizzata in corso di endoscopia, può predisporre i pazienti a fenomeni ipotensivi.
Non è da escludere che queste complicazioni possano anche essere influenzate dall’utilizzo di anestetici gassosi o da piani anestesiologici troppo profondi.

Objective: retrospective evaluation of the main anaesthesiological complications in patients undergoing gastrointestinal endoscopies and liver biopsies.
Material and Methods: the study was conducted by evaluating the medical records from 2015 to 2020 of all subjects undergoing anesthesia for gastroenterological diagnostic investigations.
The inclusion criteria were pre-and postoperative blood-biochemical analyzes and complete anesthesiological record.
Results: in the study, 33 dogs of various breeds were enrolled, with an average age of 5.3 years, an average weight of 18.60 kg and an average duration of the endoscopic procedure of 72 minutes. The symptoms most often reported were vomiting, melena, diarrhea, ascites, abdominal tenderness, hematemesis. With regard to the blood-biochemical values, no substantial changes were highlighted, the average albumin value is 2.9 g/dL, the average total protein value is 6 g/dL and the average HCT value is 40.26%.
Some complications occurred during anesthesia: bradycardia and hypotension, with a frequency of approximately 61.11% for bradycardia, 16.66% for hypotension and 22.22% relative to the presence of hypotension and bradycardia simultaneously.
Conclusion: The major complications encountered following gastrointestinal endoscopy and liver biopsy, performed under general anesthesia, resulted bradycardia and hypotension.
Endoscopic procedures of the digestive tract can provoke stimulation of organs with a rich parasympathetic innervation, resulting in a reduction in heart rate. An obstacle to the venous return of the right heart, caused by excessive compression of the vessels, potentially induced by the air used during endoscopy, can predispose patients to hypotensive phenomena.
It cannot be excluded that these complications may also be influenced by the use of gaseous anesthetics or by too deep anesthesiological plans.
File