logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-03162021-093241


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
DI TERLIZZI, SARA
URN
etd-03162021-093241
Thesis title
L'aderenza terapeutica nel paziente diabetico di tipo II analizzata attraverso i risultati del progetto di Pharmaceutical Care "Gestiamo insieme il diabete!", realizzato dal Dipartimento di Farmacia in collaborazione con l'Ordine dei Farmacisti di Massa Carrara
Department
FARMACIA
Course of study
FARMACIA
Supervisors
relatore Prof.ssa Martelli, Alma
relatore Prof. Calderone, Vincenzo
Keywords
  • diabete di tipo II
  • farmacista
  • pharmaceutical care
  • aderenza terapeutica
Graduation session start date
21/04/2021
Availability
Full
Summary
La Pharmaceutical Care è definita come “il contributo del farmacista a garantire la salute dei pazienti in modo tale da ottimizzare le terapie e favorire il raggiungimento degli obbiettivi terapeutici” (Pharmaceutical Care Network Europe, 2013). Appare quindi chiaro dalla definizione stessa come il ruolo del farmacista sia centrale in questo moderno approccio alla gestione della terapia e alla presa in carico a tutto tondo della salute del paziente.
È stato dimostrato da molti studi come il farmacista, fornendo servizi di Pharmaceutical Care, possa concretamente migliorare gli outcomes clinici delle terapie, lavorando in team con gli altri operatori sanitari, ma soprattutto con il paziente stesso. Il farmacista può quindi apportare benefici alla stato generale di salute del paziente, evitando sprechi economici per il SSN, dovuti alla mancata aderenza alle terapie ed elevando allo stesso tempo il proprio ruolo da “dispensatore” di farmaci a vero e proprio “consulente” per la salute del paziente.
Questo lavoro di tesi si aggiunge agli studi già effettuati sull’argomento nell’area vasta Toscana Nord Ovest, nelle province di Pisa, Lucca e Livorno. In collaborazione con l’Ordine dei Farmacisti di Massa Carrara sono state selezionate 16 farmacie distribuite su tutto il territorio provinciale, che hanno aderito e partecipato attivamente al progetto di ricerca. A queste farmacie sono stati consegnati dei questionari, ideati e redatti dalla professoressa Alma Martelli e dal professor Vincenzo Calderone, docenti del dipartimento di Farmacia dell’Università di Pisa. Ai farmacisti è stato assegnato il compito di consegnare i questionari a pazienti diabetici di tipo II, facilmente individuabili al momento della dispensazione della tipica terapia, in un arco di tempo di due mesi. I pazienti hanno compilato i questionari in autonomia, onde evitare che i risultati venissero in qualche modo falsati dalle conoscenze specifiche dei farmacisti.
Il questionario è costituito da tre sezioni: una relativa all’anagrafica del paziente, una relativa alla sua patologia ed infine una riguardante i farmaci assunti dal paziente e la sua aderenza alla terapia farmacologica, valutata tramite una combinazione di domande detta “scala di Morisky”. Tramite l’analisi dei dati derivanti dai questionari è stato stilato il profilo del paziente aderente e il profilo del paziente non aderente per la zona in esame, ma sono state anche messe in luce le criticità che il paziente incontra nel suo percorso di gestione della terapia, sulle quali il farmacista può attivamente intervenire. L’obbiettivo è di facilitare una Pharmaceutical Care plasmata sul campione della zona dove i farmacisti operano.
L’analisi del campione (costituito da 140 persone di cui 55 donne e 85 uomini) ha evidenziato un’elevata percentuale di pazienti aderenti (86%) che lascia tuttavia una margine del 14% di pazienti sui quali si possono eseguire interventi di Pharmaceutical Care, al fine di migliorare gli esiti clinici della gestione della patologia e ottenere allo stesso tempo una riduzione della spesa per il servizio sanitario nazionale. Sono stati poi delineati i profili del paziente aderente e del paziente non aderente, che hanno messo in luce una particolarità dei pazienti residenti nella provincia di Massa Carrara rispetto a quelli delle altre province dell’area vasta precedentemente analizzate. Infatti, mentre nei precedenti progetti era stato riscontrato un profilo comune di paziente aderente rappresentato da un individuo maschio, <65 anni, sovrappeso, laureato e occupato lavorativamente, in questo progetto abbiamo delineato il profilo del paziente aderente come femmina, >65 anni, obesa, licenza elementare e casalinga. Il profilo del non aderente è invece risultato essere: maschio, <65 anni, sovrappeso, licenza media/diploma superiore e occupato/pensionato.
Il fatto che il profilo aderente si sia rivelato quasi specularmente opposto rispetto alle altre province dell’area vasta Toscana Nord Ovest, dimostra quanto sia importante fornire ai farmacisti che operano in questa provincia il profilo del paziente sul quale concentrare i propri sforzi educazionali e di Pharmaceutical Care. Il risultato, che si discosta dai precedenti dell’area vasta Toscana Nord Ovest, è particolarmente interessante in quanto dimostra come le differenze geografiche, antropologiche e culturali influiscano anche sull’aderenza terapeutica, e quanto la conoscenza di questo dato sia determinante per il farmacista nell’azione di presa in carico del paziente cronico.
File