logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-03152024-114246


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
PANDOLFI, NICOLE
URN
etd-03152024-114246
Thesis title
Piano di sviluppo per l'area del CUS dell'ateneo pisano: un parco pubblico a servizio della città
Department
INGEGNERIA DELL'ENERGIA, DEI SISTEMI, DEL TERRITORIO E DELLE COSTRUZIONI
Course of study
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
Supervisors
relatore Prof. Castiglia, Roberto
relatore Prof. Cutini, Valerio
relatore Cinelli, Fabrizio
Keywords
  • campus
  • progetto
  • cus
  • sport
  • storia
Graduation session start date
10/04/2024
Availability
Withheld
Release date
10/04/2027
Summary
Nel 1946 nasce il Centro Universitario Sportivo Pisano come associazione sportiva di studenti universitari, che promuove lo sport e i suoi valori. Inizialmente, le strutture a disposizione del CUS erano limitate, ma grazie al riconoscimento ufficiale da parte del Senato Accademico nel 1947, prende avvio il potenziamento dell’associazione. Il CUS cresce sia in termini di spazi per le attività sportive sia in ambito competitivo; con il crescere del prestigio del CUS a livello nazionale e internazionale, negli anni 80, la sede principale viene trasferita in Via Federico Chiarugi nell’area di Porta a Lucca, dove vengono realizzate moderne palestre e campi sportivi. L'ulteriore sviluppo avviene nel 2011, con l'attuazione del piano di Palummo e Pierotti Architetti Associati. Considerato il proposito del CUS di ampliare le proprie strutture, il lavoro di tesi propone un’ipotesi di progetto con lo scopo di rendere il CUS fruibile a tutta la città realizzando un parco urbano pubblico e di conferirgli il carattere di campus sportivo internazionale. Il lavoro svolto ha previsto un’analisi della consistenza edilizia delle strutture esistenti con verifica della rispondenza dei requisiti alle norme vigenti e di una ricognizione delle specie arboree attualmente presenti al CUS. È poi seguita la fase progettuale a livello urbanistico, architettonico e del verde. La proposta prevede la realizzazione di due nuove strutture inserite nel più ampio progetto relativo al parco urbano pubblico.
File