logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-03152015-224019


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
LOI, MADDALENA
URN
etd-03152015-224019
Thesis title
Il contratto di lavoro a tempo determinato
Department
GIURISPRUDENZA
Course of study
GIURISPRUDENZA
Supervisors
relatore Albi, Pasqualino
Keywords
  • contratto di lavoro
  • tempo determinato
  • diritto del lavoro
Graduation session start date
13/04/2015
Availability
Full
Summary
In questi anni caratterizzati dal perdurare della crisi economica il contratto di lavoro a tempo determinato ha assunto un’importanza sempre maggiore, tale da renderlo uno dei principali protagonisti del diritto del lavoro.Questa situazione deriva da due circostanze fondamentali: da una parte, l’incertezza sui tempi della ripresa non consente agli imprenditori di effettuare investimenti strategici sul personale in azienda (spostando così la domanda di lavoro verso contratti in grado di coprire esigenze temporanee di breve periodo), dall’altra le riforme susseguitesi nell’ultimo decennio hanno attenuato i vincoli all’impiego di contratti a termine e portato ad un sostanziale incremento dei lavoratori dipendenti a tempo determinato e, più in generale, di quelli con contratti di lavoro di tipo non standard. Lo scopo di questo lavoro è pertanto quello di illustrare il percorso normativo del contratto a termine in Italia, partendo dalla norma fondamentale in materia: la direttiva comunitaria n.70/99/CE. In seguito viene analizzato il sistema normativo italiano, ripercorrendo le tappe fondamentali che hanno portato al d.lgs. n.368/2001 e alle continue riforme che hanno contribuito a rendere così instabile la materia. Particolare attenzione viene posta sulle recenti modifiche normative e in particolare sul d.l. n.34/2014, convertito nella legge n.78/2014, analizzando l’impatto che la nuova disciplina ha avuto sul mercato del lavoro. Al fine di affrontare l’argomento in un’ottica europea, l’elaborato esamina inoltre le diverse normative poste in essere dai principali paesi dell’Unione (Germania, Francia, Regno Unito e Spagna) in ottemperanza della direttiva n.70/99/CE e si sofferma sulla situazione attuale di questi mercati occupazionali, analizzandoli e comparando in tal modo le molteplici realtà europee.
File