logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-03132024-192757


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
CURCI, VALERIO RICCARDO
URN
etd-03132024-192757
Thesis title
Filler dermici a base di acido ialuronico: caratterizzazione chimico-fisica e degradazione enzimatica “in vitro”
Department
FARMACIA
Course of study
FARMACIA
Supervisors
relatore Prof.ssa Tampucci, Silvia
relatore Prof.ssa Monti, Daniela
Keywords
  • HPLC
  • Filler
  • Acido ialuronico
  • coesività
  • Ialuronidasi
Graduation session start date
10/04/2024
Availability
Withheld
Release date
10/04/2094
Summary
Il presente lavoro di tesi ha riguardato la caratterizzazione chimico-fisica e la valutazione della resistenza alla degradazione enzimatica di filler dermici a base di acido ialuronico.
Sono stati caratterizzati sia nuovi formulati che prodotti attualmente in commercio ed impiegati nell’ambito della medicina estetica.
Esiste infatti una significativa varietà di filler, le cui caratteristiche chimico-fisiche cambiano in base all’effetto desiderato in vivo.
Infatti un filler con elevata coesività risulterà più “duro” e meno malleabile, e sarà adatto alla correzione di difetti estetici profondi come il ripristino dei volumi del volto. Invece un gel meno coesivo e più elastico sarà ideale per la correzione di linee sottili.
Inoltre la coesività, così come il grado di cross-linking dei filler, hanno un impatto sulla resistenza enzimatica, e gel con valori alti di questi parametri garantiranno una durata maggiore dell’effetto finale risultando più resistenti alla degradazione da parte delle ialuronidasi.
Il lavoro di tesi ha riguardato la messa a punto di diverse metodiche per la determinazione dei parametri necessari alla caratterizzazione dei filler:
- test per la valutazione della coesività (drop weight test e saggio del colorante);
- metodica analitica HPLC-UV e HPLC-RID per la determinazione del peso molecolare e della concentrazione di acido ialuronico nei filler dermici.
- test di degradazione enzimatica dei filler da parte dell’enzima ialuronidasi e valutazione della resistenza del filler mediante:
1. saggio colorimetrico con spettrofotometria UV per la rivelazione dell’N- acetil-D- glucosamina rilasciata dopo la degradazione del polimero ad opera dell’enzima ialuronidasi;
2. saggio enzimatico seguito da analisi HPLC-UV/RID per la determinazione quantitativa delle diverse frazioni polimeriche risultanti dalla degradazione del polimero di partenza.
File