ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-03102020-104650


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
TOGNOCCHI, MONICA
URN
etd-03102020-104650
Thesis title
Effetto della dieta arricchita in omega-3 sul profilo lipidico di cervello, fegato e muscolo
Department
SCIENZE AGRARIE, ALIMENTARI E AGRO-AMBIENTALI
Course of study
BIOSICUREZZA E QUALITA DEGLI ALIMENTI
Supervisors
relatore Prof. Conte, Giuseppe
relatore Prof. Serra, Andrea
correlatore Prof.ssa Castagna, Antonella
Keywords
  • omega-3
  • metabolismo lipidico
  • formaggio
  • sindrome metabolica
Graduation session start date
06/04/2020
Availability
Withheld
Release date
06/04/2090
Summary
Una dieta ad alto contenuto di grassi ha evidenziato lo sviluppo di malattie metaboliche, inducendo alla riduzione del consumo di formaggi, perché ricchi di grassi saturi. Nonostante questo, è noto che l’assenza nella dieta di prodotti lattiero caseari, comporta la mancanza di alcuni nutrienti dal dimostrato valore nutraceutico (CLA, l’acido butirrico e l’acido vaccenico). Sulla base di questi principi, è stato generato un formaggio chiamato Pecorino ‘’Amico del Cuore’’, caratterizzato da una maggior contenuto di acidi omega-3 e CLA e da un minor contenuto di acidi grassi saturi. Questo formaggio è stato inserito in una dieta ad alto livello lipidico (tipica delle diete occidentali) per valutare la risposta sul metabolismo del consumatore. La prova è stata condotta su topi andando a valutare l’effetto sul profilo lipidico e sulla risposta fisiologica, andando a prendere in esame tre organi importanti: il fegato, organo di elaborazione dei grassi della dieta, e due organi di accumulo importanti, il cervello per quanto riguarda i fosfolipidi e il muscolo scheletrico per quanto riguarda l’accumulo dei trigliceridi. L’integrazione nella dieta con un Pecorino “amico del cuore’’ ha portato sicuramente miglioramenti sul profilo lipidico dei vari tessuti anche se le risposte sono state differenti da organo ad organo dello stesso individuo, sottolineando come la specializzazione di ogni organo porta ad comportare risposte diverse legate alla dieta.

A high-fat diet highlighted the development of metabolic diseases, leading to a reduction in the consumption of cheeses, because they are rich in saturated fats. Despite this, it is known that the absence of dairy products in the diet leads to the lack of certain nutrients with a proven nutraceutical value (CLA, butyric acid and vaccenic acid). Based on these principles, a cheese called Pecorino '' Friend of the Heart '' was generated, characterized by a higher content of omega-3 acids and CLA and a lower content of saturated fatty acids. This cheese has been included in a high lipid diet (typical of western diets) to evaluate the response on the consumer's metabolism. The test was conducted on mice going to evaluate the effect on the lipid profile and physiological response, going to examine three important organs: the liver, the fat processing organ of the diet, and two important storage organs, the brain as regards phospholipids and skeletal muscle as regards the accumulation of triglycerides. The integration in the diet with a Pecorino "friend of the heart" has certainly brought improvements on the lipid profile of the various tissues even if the responses have been different from organ to organ of the same individual, emphasizing how the specialization of each organ leads to involve responses several related to diet.
File