ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-03102015-171717


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
FALCINI, ILARIA
URN
etd-03102015-171717
Title
Valutazione del follow-up nelle cagne affette da piometra sottoposte a terapia medica e chirurgica
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
relatore Prof. Vannozzi, Iacopo
Parole chiave
  • follow up
  • ovarioisterectomia
  • aglepristone
  • piometra
  • cagna
Data inizio appello
10/04/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Lo scopo di questa tesi è stato quello di valutare l’efficacia del trattamento combinato medico e chirurgico in base all’esame clinico e all’analisi emato-biochimica delle cagne affette da piometra.<br>Lo studio è stato eseguito su 10 cagne di diverse razze e di età compresa tra i 6 e gli 11 anni presentate all’Ospedale Didattico Veterinario del Dipartimento di Scienze Veterinarie di Pisa. Di ogni cagna sono state raccolte l’anamnesi ed i segni clinici ed è stato effettuato un esame emato-biochimico e coagulativo prima di intraprendere la terapia. Dopo essere intervenuti, se necessario, con fluidoterapia, ogni cagna è stata trattata farmacologicamente con Aglepristone (Alizin®) e terapia antibiotica a largo spettro. Dopo un mese dalla fine del trattamento medico tutti i soggetti sono stati sottoposti ad intervento chirurgico di ovarioisterectmia. Attraverso il decorso dei segni clinici e i risulatati emato-chimici è stato eseguito il follow-up post-trattamento in un periodo di tre mesi. I dati ricavati sono stati comparati con quelli ottenuti in uno studio precedente eseguito presso la stessa struttura, che metteva a confronto i vantaggi e gli svantaggi tra il trattamento unicamente farmacologico ed unicamente chirurgico basandosi sul follow-up post-trattamento.<br>Il 100% dei soggetti sottoposti a terapia combinata ha presentato una remissione completa dei segni clinici ed emato-biochimici dopo tre mesi dal trattamento medico e chirurgico. Il 30% delle cagne già dopo 15 giorni dall’ovarioisterectomia non presentava più segni clinici e il 20% di queste aveva parametri di laboratorio normali. Dopo 45 giorni non erano ancora rientrati nella normalità solo il 20% dei soggetti per quanto riguarda la sintomatologia e il 30% per quanto riguarda i risultati di laboratorio. <br>Il presente lavoro non ha evidenziato differenze statisticamente significative tra terapia coadiuvata, esclusivamente medica o esclusivamente chirurgica per quanto riguarda il follow-up, probabilmente a causa del ridotto numero di casi. Nonostante ciò, sono stati rilevati tempi di guarigione più brevi nei paziati trattati con terapia coadiuvata. <br>Perciò, sebbene il trattamento d’elezione in caso di piometra rimanga l’ovarioisterectomia, un buon protocollo da seguire sarebbe quello di trattare le cagne affette prima con Aglepristone e solo successivamente chirurgicamente. Questo permetterebbe la stabilizzazione del paziente e la possibilità di abbassare la percentuale di rischio intra e post-operatorio, nonché un abbassamento nel tempo di recupero della cagna post-ovarioisterectomia.<br>
File