logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-03062023-120838


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
MATTEOLI, FILIPPO
URN
etd-03062023-120838
Thesis title
Lokivetmab, un nuovo inibitore dell'interleuchina-31: suo uso in medicina veterinaria.
Department
FARMACIA
Course of study
FARMACIA
Supervisors
relatore Prof. Giorgi, Mario
Keywords
  • lokivetmab
  • anticorpo monoclonale
  • interleuchina-31
  • dermatite allergica
  • dermatite atopica
  • prurito
  • cane
Graduation session start date
29/03/2023
Availability
Full
Summary
Lokivetmab è un anticorpo monoclonale che inibisce l’interleuchina-31, coinvolta nell’eziologia del prurito dato dalla dermatite atopica e allergica nel cane. In base alla regione corporea colpita si hanno alterazioni di componenti proteici e lipidici fondamentali per il funzionamento della barriera cutanea. Il prurito si suddivide in: dermatologico, neurologico, psicogeno e sistemico. La diagnosi differenziale include: altre dermatiti, rogna sarcoptica, linfoma epiteliotropico cutaneo a cellule T, sindrome della mutilazione da leccamento e siringomielia. Prima del trattamento occorre rispettare misure igieniche come controllo di parassiti, lavaggi frequenti e corretta alimentazione. Le terapie includono: acidi grassi essenziali, antistaminici, immunoterapia allergene specifica, glucocorticoidi, ciclosporina, oclacitinib e lokivetmab, farmaco somministrato per via sottocutanea, efficace nel trattare sia il prurito che l’infiammazione, agendo selettivamente sul’interleuchina-31. Secondo gli studi riportati, il farmaco possiede un ottimale livello di efficacia e sicurezza nel confronto con placebo, riduce il prurito, come dimostrato da punteggi bassi di scale di riferimento (PVAS, VetVAS, CADESI), ha un profilo migliore rispetto ad altri farmaci e trattamenti, non presenta rischi eccessivi in co-somministrazione con altre terapie, in presenza di infezioni batteriche o patologie concomitanti, è efficace contro la perdita di acqua trans epiteliale, riduce il prurito in presenza di linfoma epiteliotropico e mastocitosi cutanea. Possiede un ottimo profilo di sicurezza dato dall’assenza o presenza minima di effetti collaterali.
File