ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-03022011-215548


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
PESCE, ROLANDO
URN
etd-03022011-215548
Title
Rimodellamento osseo crestale ed apicale degli impianti posizionati in seguito a procedure di rialzo di seno mascellare mediante l'utilizzo di innesti autologhi e di origine bovina: follow-up a 2 anni
Struttura
MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA
Commissione
relatore Prof. Sbordone, Ludovico
Parole chiave
  • innesti autologhi
  • rimodellamento osseo
  • innesti di origine bovina
  • impianti dentari
  • riassorbimento osseo sinusale
  • rialzo di seno
Data inizio appello
21/03/2011;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
21/03/2051
Riassunto analitico
L’obiettivo della presente tesi è stato quello di valutare la percentuale di sopravvivenza di impianti inseriti nel contesto di innesti autologhi o xenogenici di origine bovina impiegati per il rialzo del seno mascellare. Inoltre è stato valutato il comportamento del rimodellamento osseo marginale ed apicale intorno agli impianti (39) di un sottogruppo di pazienti (sottogruppo B).<br>Un totale di 71 impianti (gruppo A) sono stati inseriti con tecnica immediata o differita rispetto al rialzo di seno.<br>Abbiamo calcolato la percentuale di sopravvivenza e le variazioni dell’osso a livello apicale (ABL) e marginale (MBL) degli impianti.<br>La percentuale di sopravvivenza implantare cumulativa (CSR) è risultata essere di 97,1% e 100% nel caso di innesti antologhi e di origine bovina, rispettivamente; la CSR a 2 anni di follow-up era di 100% per gli impianti inseriti con tecnica immediata e 97,2% per quelli differiti.<br>I riassorbimenti sia marginali che apicali intorno agli impianti del sottogruppo B erano minori nel caso di utilizzo di innesti di origine bovina rispetto a quelli autologhi (prelevati da zone parasinfisarie o da cresta iliaca).<br>Le differenze tra gli ABL nel caso di innesti bovini e da osso autologo erano statisticamente significative a 1 anno di follow-up, cosa che scompariva al secondo anno di controllo.<br>Invece le differenze tra gli MBL si mantengono statisticamente significative fino a 2 anni di follow-up.<br>
File