ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02272019-102837


Thesis type
Tesi di specializzazione (4 anni)
Author
GANDOLFO, SILVIA
URN
etd-02272019-102837
Title
Gestione dei servizi esternalizzati e sostenibilita ambientale, nuove competenze per il medico di Direzione Ospedaliera.
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA
Commissione
relatore Prof. Privitera, Gaetano
correlatore Dott.ssa Maielli, Michela
Parole chiave
  • Green-hospital
  • Sostenibilità ambientale
  • Sostenibilità
  • Outsourcing
  • Servizi esternalizzati
  • Direzione Medica
  • Direzione Ospedaliera
Data inizio appello
20/03/2019;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il ruolo del medico di Direzione Ospedaliera ha subito negli anni importanti mutamenti e accanto alle funzioni più tradizionali si sono aggiunte funzioni nuove, più manageriali, con la conseguente e continua necessità di formazione ed aggiornamento. Tra le funzioni “emergenti” del medico di Direzione Ospedaliera abbiamo scelto di focalizzare la nostra attenzione, in questa tesi di specializzazione, sulla gestione dei servizi esternalizzati e sul tema della sostenibilità ambientale, estremamente attuali ed innovativi.
Per quel che riguarda la gestione dei servizi esternalizzati si stanno ormai diffondendo modelli di ospedali costruiti attraverso il ricorso al Partenariato Pubblico Privato, in cui la Pubblica Amministrazione tende a concentrare le risorse su quelli che vengono definiti servizi “core”, cioè più strettamente e direttamente correlati all’assistenza sanitaria, appaltando a ditte esterne i servizi “no core” quali il servizio di ristorazione degenti e dipendenti, il servizio di erogazione della biancheria degenti e dipendenti, il servizio di sanificazione e pulizie, di rimozione e smaltimento rifiuti, la sterilizzazione dei ferri chirurgici, la gestione e manutenzione di immobili e impianti fissi, la manutenzione del verde, i servizi per la libera professione intramoenia, la gestione del trasporto automatizzato e i servizi non sanitari commerciali. Lo svolgimento e la gestione di tali servizi resta di fondamentale importanza per la gestione complessiva del Presidio, in quanto trattasi di processi di supporto necessari a sostenere i processi operativi sanitari in modo da renderli più efficaci e più efficienti, influenzandone quindi la qualità e la riuscita. Per quanto detto resta cruciale la funzione di controllo di questi servizi da parte della Direzione Medica di Presidio Ospedaliero.
Il tema della sostenibilità ambientale sta prendendo sempre più campo negli ultimi anni, soprattutto dopo la definizione degli “Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile” nella risoluzione dell’ONU adottata il 25 settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri delle Nazioni Unite in occasione del summit sullo sviluppo sostenibile. Nel documento stilato dai Capi di Stato, “Trasformare il nostro mondo. L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”, sono stati determinati 17 obiettivi globali (GOALS) per uno sviluppo sostenibile che dovranno essere realizzati tra il 2016 e il 2030, segnando un epocale passo in avanti della comunità internazionale nell’inquadrare le politiche di sviluppo in un’ottica di sostenibilità. Abbiamo dunque analizzato tale tematica in ambito sanitario, in particolare in ambiente ospedaliero.
Questi due aspetti, gestione dei servizi esternalizzati e sostenibilità ambientale, pur sembrando del tutto sconnessi, in realtà tendono ad intrecciarsi tra loro, basti pensare all’impatto che il controllo e la gestione dello smaltimento dei rifiuti può determinare sulla salute globale in termini di inquinamento ambientale.
Pertanto, vista la scarsa reperibilità di dati su queste due importanti tematiche abbiamo voluto mettere in atto una survey a livello nazionale, che indagasse più approfonditamente questi ambiti, mettendo a confronto tra loro le varie regioni italiane. Per soddisfare il nostro intento abbiamo costruito un questionario attraverso l’utilizzo di un form on-line, accessibile da apposito link, diffuso poi via e-mail ai medici di Direzione Medica di Presidio Ospedaliero.
La diffusione è stata possibile grazie al coinvolgimento di tre importanti società scientifiche che hanno collaborato attivamente a tal fine: l’Associazione Nazionale Medici Direzioni Ospedaliere (ANMDO), la Società Italiana di Igiene (SItI) – in particolare il Gruppo Italiano di Studio di Igiene Ospedaliera (GISIO) e per finire la Società Italiana Multidisciplinare per la Prevenzione delle Infezioni nelle Organizzazioni Sanitarie (SIMPIOS).
File