ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02222017-202249


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
IACOPINELLI, ELEONORA
URN
etd-02222017-202249
Title
la valutazione dei composti organici volatili nell'asma bronchiale del bambino mediante naso elettronico:analisi di una casistica della clinica pediatrica
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Federico, Giovanni
relatore Dott. Pifferi, Massimo
Parole chiave
  • VOCs
Data inizio appello
14/03/2017;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
14/03/2020
Riassunto analitico
L&#39;asma bronchiale è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree iper-reattive la cui incidenza è di circa il 10% nel nostro paese. La diagnosi di asma si basa sulla valutazione clinica, ma possono risultare utili anche la valutazione della funzione respiratoria mediante l&#39;esecuzione dell&#39;esame spirometrico e la misurazione della frazione esalata dell&#39;ossido nitrico(FeNO), i cui elevati livelli sono espressione della presenza di flogosi eosinofilica nelle vie aeree. La ricerca clinica è attualmente rivolta allo studio di biomarkers che possano essere d&#39;aiuto sia nell&#39;inquadramento diagnostico sia nel menagement della malattia. Per tale motivo, abbiamo valutato l&#39;utilità dell&#39;analisi dei composti organici volatili (VOCs), nell&#39;aria espirata, campionati mediante il prototipo di naso elettronico, nel discriminare i soggetti affetti da asma bronchiale che non avevano eseguito alcun trattamento (34, 21 maschi, età media: 11,8 anni DS 2,46), rispetto ai soggetti sani (30, 9 maschi, età media: 12,1 anni, DS 2,60) e ai bambini affetti da asma bronchiale che già eseguivano un trattamento con steroidi inalatori (95, 63 maschi, età media 12,7 anni, DS 2,37). <br>Con l&#39;utilizzo di ROC curve per il calcolo della sensibilità, specificità, e accuratezza e mediante metodologie soft computing, è stata eseguita l&#39;analisi dei VOCs nei tre gruppi e sono state valutati i risultati delle altre indagini (VOCs+FeNO; Spirometria; Spirometria+NO). Le ROC curve ottenute dimostrano una elevata sensibilità dell&#39;analisi dei VOCs (97%), che tuttavia si associa a una bassa specificità (58,8%) nel discriminare i soggetti naive dai controlli. Mediante soft computing si otteneva tuttavia una sensibilità e una specificità ottimale ( rispettivamente de 100%, e 100%), con corretta discriminazione nel 100% dei casi. Tali metodologie soft computing, risultavano in grado di discriminare anche in maniera soddisfacente (90%) con sensibilità (83%) e specificità (100%), anche i soggetti asmatici in trattamento rispetto alla popolazione di controllo, ma la capacita di discriminazione era più ridotta nel distinguere i naive dai soggetti in trattamento con sensibilità e specificità e grado di accuratezza ROC curve insoddisfacente. Un pattern di comportamento analogo alla valutazione dei VOCs, si otteneva anche associando i risultati del FeNO. La valutazione dei risultati spirometrici, sia mediante ROC curve, sia mediante soft computing, risultava meno soddisfacente, con una capacità di discriminazione dei soggetti asmatici del 75% rispetto alla popolazione di controllo. Tuttavia associando la valutazione spirometrica insieme alla misurazione del FeNO, si ottenevano risultati sovrapposti a quelli ottenuti con la valutazione dei VOCs. Sebbene siano necessari ulteriori studi su casistiche più ampie, i VOCs si propongono come un ulteriore biomarker che potrebbe essere utilizzato nella diagnosi di asma bronchiale.<br> <br><br><br> <br>
File