ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-02122013-234453


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
MOLEA, AMBRA
URN
etd-02122013-234453
Title
Dietro ogni problema c'è un'opportunità. Proposta di recupero degli Ex Macelli di Pisa: progetto del Parco Galileiano
Struttura
INGEGNERIA DELL'ENERGIA, DEI SISTEMI, DEL TERRITORIO E DELLE COSTRUZIONI
Corso di studi
INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURA
Commissione
relatore Prof. Taddei, Domenico
relatore Arch. Pasqualetti, Roberto
relatore M. d'A. Martini, Andrea
relatore Dott. Leccese, Francesco
Parole chiave
  • Ex Macelli
  • Parco Galileiano
Data inizio appello
07/03/2013;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
07/03/2053
Riassunto analitico
Il progetto di recupero dell’area dei Vecchi Macelli si colloca ad integrazione degli interventi già previsti all’interno del PIUSS2015 per la città di Pisa. Il Comune di Pisa punta a qualificare l’area come attrazione per il turismo scientifico e tecnologico, recuperando gli edifici presenti destinandoli a Museo degli Strumenti di Calcolo, Ludoteca Scientifica e sedi d’imprese. La presente Tesi di Laurea ha avuto ad oggetto la progettazione dell’area verde all’interno del lotto dei Vecchi Macelli e di un nuovo edificio posto al suo interno destinato ad accogliere sette nuove imprese, integrando gli spazi già previsti dal PIUSS2015.<br>Il progetto di completamento ha mantenuto le finalità del PIUSS2015 considerando le strutture preesistenti e gli obiettivi dello stesso, utilizzando materiali come il vetro che permettono interventi non in contrasto con l’architettura preesistente e che individuino chiaramente le nuove linee progettuali. Poiché si tratta di una Cittadella tecnologica si è scelto di utilizzare tecnologie innovative quali sistema fotovoltaico integrato nel vetro al fine di rendere i nuovi interventi ecosostenibili.<br>La progettazione del parco e dell’edificio risultano essere integrate, ovverosia l’iter progettuale dell’edificio è legato strettamente alla realizzazione delle aree esterne da un doppio punto di vista:<br>- Progettuale: il parco è stato concepito come un omaggio alla figura dello scienziato pisano Galileo Galilei, prendendo spunto da una delle sue scoperte più importanti: Giove ed i satelliti Medicei; in questa ottica la progettazione del parco viene vista come la rappresentazione all’interno dell’area in esame di questa parte di universo. L’edificio si qualifica quindi come uno dei quattro satelliti di Giove, Callisto, e ne riporterà i tratti identificativi.<br>- Tecnologico :l’energia ricavabile dal sistema fotovoltaico integrato all’interno dell’involucro dell’edificio è utilizzabile per garantire l’illuminazione artificiale dell’intero parco. È emerso inoltre che si renderà disponibile una parte di energia utilizzabile per altri scopi legati alla vita del parco stesso.<br>L’intero iter progettuale non ha portato unicamente alla realizzazione di un parco e di un edificio bensì di un sistema complesso che integra edifici preesistenti, creando un dialogo anche con gli elementi storici che caratterizzano l’area; inoltre si lega intimamente ad una logica di intervento a vasta scala, integrandosi completamente negli indirizzi previsti nel PIUSS che prevedono un percorso turistico scientifico tecnologico riguardante tutta la città di Pisa.<br>
File